Recupero Password
“Sono il prof. Minervini, ho bisogno di soldi, datemi contanti”, un misterioso personaggio minaccia gli avvocati di Molfetta. Può essere lui l’autore della bomba a via Sella? – La condanna di “Libera”
02 marzo 2018

MOLFETTA – C’è un primo indizio, una traccia di indagine sul presunto autore dell’esplosione della bomba carta collocata l’altra notte davanti al portone di via Quintino Sella, 13 a Molfetta.

Nello stabile ci sono gli studi legati di 5 avvocati e l’ipotesi investigativa sta puntando a un uomo di circa 35 anni, altezza media corporatura robusta capelli corti e scuri, che si introduce negli studi legali nella zona di Corso Umberto, quindi vicino a via Sella, si scaglia contro l’avvocato di turno e chiede soldi.

Si qualifica come prof. Minervini e finora ha minacciato due avvocati. Il “professore” sembra avere problemi di instabilità mentale.

Intanto il Presidio Libera “G. Carnicella” di Molfetta, insieme ai Coordinamenti regionale e provinciale di Libera contro le mafie, «intende esprimere ferma condanna per l’atto intimidatorio verificatosi nella notte tra il 28 febbraio e il 1° marzo alle ore 00.10 nei pressi di via Quintino Sella 13. L’esplosione di un ordigno rudimentale ha causato evidenti danni al portone e al marciapiedi antistante.

Si auspica che le autorità preposte possano presto procedere all’accertamento della dinamica dell’accaduto e all’individuazione dei responsabili».

 

© Riproduzione riservata

 

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet