Recupero Password
Solidarietà del Pd di Molfetta alla Cgil per l’attacco fascista alla sede di Roma
L'attacco degli squadristi fascisti alla Cgil di Roma
11 ottobre 2021

MOLFETTA - «L’assalto alla sede di Roma della CGIL, a margine di una manifestazione contro il green pass da parte di un gruppo di manifestanti di Forza Nuova e del movimento no vax, è un attacco alla democrazia e al lavoro nell’assurdo tentativo di riportare indietro le lancette dell'orologio al periodo buio del fascismo – dice il Pd di Molfetta in un comunicato -.

E' evidente che le organizzazioni neofasciste stanno cavalcando il malessere e il dissenso nei confronti delle misure necessarie a contrastare il virus per finalità diverse attraverso forme inaccettabili di violenza ed aggressione. Il presidio della democrazia deve essere tenuto con forza da tutte le forze politiche e sociali unendosi nel rifiuto di queste azioni squadriste. La scelta di colpire Cgil è un attacco inaccettabile. 

Quella di ieri è una ferita per la democrazia e un’offesa alla Costituzione nata dalla Resistenza. Per queste ragioni il presidente del PD Oronzo Amato ed il capogruppo consigliare Gianni Facchini insieme ad altri iscritti del PD di Molfetta si sono recati presso la sede cittadina della CGIL esprimendo vicinanza e grande solidarietà al coordinatore cittadino Michele Jacono per gli attacchi squadristi di Roma.

Non dobbiamo correre il rischio di perdere la memoria. Si deve sapere cosa ha portato il fascismo nel nostro Paese. Abbiamo bisogno oggi di ricostruire un unità sociale, e difendere il lavoro insieme ad imprenditori seri non solo perché c'è una precarietà che non ha precedenti, ma soprattutto perché è un diritto sancito dalla persona e come espressione della dignità della persona. 

Ci uniamo pertanto all’invito del segretario nazionale Enrico Letta per chiedere a gran forza che tutte le organizzazioni che si richiamano al fascismo vadano sciolte. Solo insieme possiamo cambiare questo Paese e dare un futuro alla democrazia rimettendo al centro il lavoro. È il momento di uscire e non aver paura!

A tal proposito ci facciamo promotori come PD di chiedere al presidente del consiglio comunale e al sindaco di inserire con urgenza un ordine del giorno nella prossima convocazione del consiglio per affrontare e discutere i temi della legalità e del rispetto della democrazia che possa rigettare ogni forma violenza della criminalità organizzata e fascista sia nella nostra città che nell’intera nazione».

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet