Recupero Password
Sinistra Italiana: riapertura del Pulo al pubblico a Molfetta: come si fa a inaugurare l'area con il centro servizi ancora in stato di abbandono?
16 ottobre 2020

 MOLFETTA – Il circolo di Sinistra Italiana Molfetta interviene dopo l’annuncio di riapertura del Pulo al pubblico: «Mentre il governo interrompe le gite scolastiche e si preparano nuovi provvedimenti restrittivi legati alla "seconda ondata", il sindaco e la giunta decidono dopo anni di incuria e abbandono di riaprire il Pulo al pubblico.

Siamo sempre stati contrari alla chiusura del sito e abbiamo atteso che il sito riaprisse per lungo tempo, ma ci chiediamo: siamo davvero nelle condizioni di evitare una riapertura-spot e rilanciare davvero il sito, con una gestione virtuosa?

Intanto poniamo un problema di sicurezza: l'area dei servizi è in completo stato di abbandono. Lo testimoniano le foto che abbiamo scattato ieri con i nostri telefonini. Nessun lavoro è stato fatto in tre anni e non abbiamo idea di come si possa aprire un sito al pubblico senza un centro servizi minimamente funzionante.

Per il 18, in emergenza, vedremo spuntare bagni chimici a ridosso di una zona ad alto pregio paesaggistico e culturale? E cosa è stata a fare l'Amministrazione per tutto questo tempo? Mesi, anni senza riuscire a riparare nemmeno i bagni?

Può essere dichiarata davvero agibile al pubblico un'area priva di servizi, in un momento peraltro in cui le norme igieniche sono fondamentali e diventano norme di sicurezza generali?

Inoltre, a gite scolastiche sospese, si riapre il Pulo in pieno inverno sapendo che sarà interdetto alle scuole del territorio, la vera utenza del sito durante la stagione invernale.

Che senso ha? Siamo sconcertati dal dilettantismo amministrativo del sindaco e della sua amministrazione, che intanto continuano a tenere il Museo del Pulo aperto in orario d'ufficio e chiuso nel week end e che non hanno messo in campo alcun progetto per il vicino Fondo Azzollini, su cui dopo lo scavo archeologico di massimo rilievo fatto nel 2015 era stato progettato un "Archeoparco" completamente dimenticato.

Il sindaco dia al Pulo e al circuito della preistoria la giusta dignità e la giusta importanza. Riaprire solo per dimostrare di non aver fallito è l'ennesima buffonata di un'amministrazione ormai alla frutta».

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet