Recupero Password
Secca dei Pali a Molfetta: al centro di un percorso che dal centro storico porterà alla Basilica Presentato il progetto di riqualificazione dell'area in chiave turistica
Da sinistra: Peppino De NIcolò, Mariano Caputo, Salvatore Giannone, Marco Colizzi
22 dicembre 2018

MOLFETTA – «La nostra visione strategica della città di Molfetta è finalizzata a un arricchimento non solo a livello urbanistico ma è legata all’idea della interconnessione culturale che va dal centro di Molfetta a quella che è una zona molto cara ai cittadini come la Basilica della Madonna dei Martiri, che è stata uno dei primi punti di raccordo della serie della via Francigena»: così si è espresso l’assessore ai Lavori Pubblici Mariano Caputo illustrando gli intenti dell’Amministrazione Minervini rispetto ai lavori che interesseranno la località Secca dei Pali.

Lo stesso assessore Caputo ha annunciato che la Soprintendenza ha dato parere favorevole al progetto del waterfront (lungomare) di Ponente (iniziativa che, come si ricorderà, ha preso il via con l’amministrazione Natalicchio).

Un investimento milionario (oltre tre milioni previsti per il waterfront e circa otto milioni per l’area dei cantieri Tattoli e porto turistico) che servirà a riqualificare una vastissima area (circa cinque chilometri), valorizzando il territorio ma che è stato suddiviso in diversi tronconi.

Ambiziosi gli obiettivi prefissati, illustrati nelle slide proiettate durante la conferenza: un nuovo prodotto turistico e relativi pacchetti integrati di offerta turistica inerenti all’area; incremento dei flussi turistici, nazionali e internazionali, in particolare nei periodi di bassa stagione e nelle aree interne; innalzamento della “capacità di accoglienza” da parte delle popolazioni locali; incremento dei livelli occupazionali; aumento dell’interazione tra le attività economiche del territorio.

Il progetto, che sarà candidato all’avviso pubblico regionale per la “Selezione di interventi strategici per la fruizione di aree e infrastrutture, finalizzati prioritariamente al miglioramento della qualità dei sistemi e dei servizi di accoglienza nel settore turistico”, è stato illustrato nell’incontro che, come ha sottolineato l’assessore Caputo, ha rappresentato un momento di raccordo tra Amministrazione e stakeholders, portatori di interesse (parti sociali, operatori del settore, professionisti, residenti ecc). Non a caso sono intervenuti il progettista Marco Colizzi, il dirigente del settore territorio Alessandro Binetti e il dirigente della sezione turismo del Dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio della Regione Salvatore Patrizio Giannone e il presidente della prima commissione comunale (urbanistica, arredo urbano, lavori pubblici) Peppino De Nicolò.

Lo spirito della misura regionale non si esaurisce, dunque, nell’opera pubblica ma anche una visione strategica della città che mira a un concetto di riqualificazione della zona ma, contestualmente, a processi di sviluppo culturali, turistici, ambientali.  Stando a quanto affermato durante l’incontro, si va ad intessere una interconnessione tra Duomo e Basilica (tra i quali sarebbe prevista la realizzazione del porto turistico), al fine di incentivare percorsi che partano dal Museo Diocesano e giungano all’Hospitalia dei Pellegrini e la località “Secca dei Pali” si viene a trovare al centro di tale interconnessione.

Molte le aspettative generate da questo investimento, basato su studi approfonditi, ad esempio, sulla compatibilità ambientale (a impatto zero, secondo gli uffici comunali) , sul rispetto del piano generale del porto, sugli aspetti idrogeologici e sui flussi turistici (questi ultimi registrati da Pugliapromozione). Proprio riguardo al previsto incremento delle presenze turistiche si ritiene necessario implementare le strutture e gli standard di accoglienza (si parla della realizzazione di un ulteriore info point).

Il progetto di riqualificazione della Secca dei Pali prevede, dunque, interventi di riqualificazione e di arredo, spazi destinati ad attività del tempo libero, utilizzo di materiale drenante con camminamenti, una piazza polifunzionale che, oltre a consentire una visione di eventi, consentirà di mantenere tutti gli eventi che – solitamente – si sviluppano in quell’area, ad esempio durante la festa patronale. Prevista l’installazione di videosorveglianza oltre che di un info point.

Non sono mancate sollecitazioni e perplessità espresse dall’uditorio, a partire dalle questioni di viabilità e sosta. A questo proposito l’assessore ha annunciato che sono previsti stalli per la sosta delle bici, anche in considerazione del fatto che a gennaio partiranno i lavori della pista ciclabile che collegherà la zona della Madonna dei Martiri e la stazione ferroviaria e questa alla Prima Cala. Un’ampia area parcheggio per le auto è prevista, invece, nella zona ex-Palberting.

Le perplessità maggiori sono state, però, espresse in merito ai tempi di attuazione, considerando che è facile avviare un progetto, molto più difficile è portarlo a termine. Stando a quanto affermato da dirigenti e Assessore, non dovrebbero esserci problemi poiché i lotti sono interconnessi ma separati, in altri termini sono soggetti ad appalti diversi e per questo più semplici da gestire rispetto a un appalto unico. La riqualificazione della Secca dei Pali dovrebbe essere completata entro un anno e mezzo circa. I tempi, infatti, sarebbero dettati dalle norme. Il progetto è esecutivo, quindi bastano i pareri delle competenti autorità regionali. Il bando di affidamento dei lavori potrebbe essere lanciato in estate e, di conseguenza, i lavori potrebbero partire già tra fine settembre e primi di ottobre 2019. Ancor prima dovrebbe partire la riqualificazione del waterfront (lungomare) di Ponente.

@Riproduzione riservata

Autore: Isabella de Pinto
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet