Recupero Password
Salgono ad 8 i casi positivi al coronavirus a Molfetta, oggi altri 6 contagiati: lo annuncia il sindaco Minervini
Il sindaco Tommaso Minervini
31 marzo 2020

MOLFETTA – Anche a Molfetta crescono i casi di persone positive al coronavirus. Sono 6 molfettesi rientrati dal Nord: in totale sono 8.

I sei positivi, comunque sono in isolamento. «In Puglia i casi stanno aumentando, come ci si aspettava – questa la dichiarazione testuale del sindaco Tommaso Minervini -. Abbiamo ricevuto oggi i risultati su due gruppi di cittadini che avevano fatto ritorno a Molfetta dal nord e 3 persone per ciascun gruppo, per un totale di 6, sono risultate positive al virus e sono tutte asintomatiche oltre che in isolamento. Saliamo così a 8 casi complessivi registrati in città, contando anche il primo che è ormai alla fine del suo percorso sanitario e sta bene così come l'infermiera dell'ospedale.

Per quanto riguarda i nuovi casi registrati, voglio comunque rassicurare la città dicendo che queste persone si erano subito messe in quarantena una volta tornate in Puglia. Questa procedura è essenziale per limitare al massimo i contatti, soprattutto nelle situazioni a rischio. Si sta conducendo un ottimo lavoro con il Dipartimento di Prevenzione e di Igiene per monitorare la situazione e anche le forze dell'ordine stanno svolgendo un ruolo essenziale in questo senso».

Come nota positiva in un annuncio poco piacevole, Minervini sottolinea le dimostrazioni di reciproca solidarietà che stiamo vedendo in questi giorni, in un momento in cui la coesione collettiva è fondamentale. Ringrazio, nello specifico, chi sta donando al Comune, ai sanitari e alle forze dell'ordine mascherine e tutti i dispositivi di protezione che adesso fanno la differenza per limitare i rischi di contagio, soprattutto per chi si trova più esposto per esigenze di lavoro.

 Noi ci stiamo attrezzando per mettere subito a disposizione la somma che prestissimo ci giungerà direttamente dal Governo per dare sostegno alle famiglie più bisognose. Vi chiediamo di attendere nostre comunicazioni, senza uscire di casa e senza preoccuparvi. Saremo noi stessi a pubblicare tutta la modulistica necessaria per usufruire di questi servizi. Ricordo, ancora una volta, che siamo in una guerra e non ci possiamo permettere distrazioni quindi dobbiamo restare ancora a casa e uscire solo per esigenze di estrema necessità, conservando una distanza sociale superiore a un metro».

Speriamo di non ascoltare ancora notizie di cittadini che sono rientrati dal Nord e che sono risultati positivi al coronavirus, altrimenti la situazione potrebbe diventare preoccupante, proprio quando tutti sperano che arrivi quanto prima il momento di tornare alla normalità.

 © Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet