Recupero Password
Rifondazione Molfetta: la bufala del Park Club, inaugurato e abbandonato alla rovina dopo pochi giorni
06 luglio 2021

MOLFETTA – Che la riapertura del Park Club abbandonato da anni a Molfetta, fosse solo un bluff elettorale a favore di Saverio Tammacco, candidato da sostenere alla Regione dopo il suo voltafaccia con Emiliano, “Quindici” lo aveva anticipato, dimostrando, ancora una volta come le opere fossero sempre raffazzonate, tant’è che la pedana cedette dopo qualche giorno.

Nel novero delle opere pubbliche di facciata, destinate all’incuria, dopo aver speso soldi pubblici in chiave elettorale, va annoverata anche questa. Dire che si restituiva alla città una spiaggia libera, era l’ennesima bugia per allocchi e la conferma si è avuta quando sono state organizzate all’interno dell’ex Park Club le manifestazioni elettorali del voltagabbana (pentito, ora che è stato eletto, ma non conta nulla?) Saverio Tammacco.

La propagandata restituzione di una spiaggia libera ai cittadini era così poco credibile di fronte alle continue concessioni di tratti di costa ai privati, per consentire di lucrare con pochi costi.

Oggi su questo ennesimo scandalo delle cosiddette opere pubbliche interviene Rifondazione comunista: «Il 1 agosto 2020 il sindaco Tommaso Minervini inaugurava l’area ex Park Club orgoglioso di aver restituito alla città un’area da anni abbandonata. Questa, come altre inaugurazioni, si dimostra l’ennesima bufala che l’amministrazione Minervini-Tammacco-PD ha cercato di rifilare ai cittadini molfettesi.

Questo perché quell’area a soli 10 mesi di distanza è tornata all’abbandono più totale come dimostrano le foto che alleghiamo. Niente spiaggia, niente servizi per i bagnanti, nessun pontile né tantomeno nessuna attenzione per le cittadine e i cittadini disabili annunciate in pompa magna dal nostro sindaco, professionista delle inaugurazioni farlocche. Quello che rimane è tanta spazzatura, ruderi di vecchie strutture senza i pannelli che li nascondevano e i pontili per l’accesso al mare inesistenti così *come* il servizio “spiagge sicure”. 

Qualcuno potrebbe obiettare che è stato pubblicato l’avviso pubblico per la gestione dell’area, peccato che questo non solo non giustifica le condizioni in cui oggi è ridotta ma nemmeno il fatto che l’amministrazione Minervini-Tammacco-PD si è decisa solo il 19 giugno a pubblicare l’avviso con la conseguenza che per l’intera estate l’area ex Park Club sarà lasciata in uno stato d’abbandono visti i tempi tecnici di assegnazione. 

Dopo aver concesso autorizzazioni a costruire palazzi nella stessa area in cui insiste *la spiaggia* l’amministrazione Minervini-Tammacco-PD mette a segno un altro colpo di grazia per una zona già ridotta in condizioni inaccettabili vista la presenza dei ruderi dell’ex piscina comunale.

Non c’è che dire, grandi risultati dell’amministrazione “del fare”, “dei super tecnici”, di quelli per cui l’ideologia è cosa vecchia ma gli affari sono la prima cosa. 

Mandiamo a casa immediatamente questo Sindaco il suo sodale consigliere regionale Tammacco e il PD dei giovani e vecchi opportunisti».

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet