Recupero Password
Rappezzi stradali a Molfetta: il Comune si decide a obbligare le società ripristinare il manto stradale In passato lavori raffazzonati con spreco dei soldi dei cittadini che fanno causa al Comune sempre soccombente
Un esempio di strada rabberciata alla meglio dopo i lavori per la fibra
30 aprile 2021

MOLFETTA – Dopo aver rovinato tutte le strade di Molfetta a causa dei cantieri perenni e dei lavori mai compiuti a regola d’arte, il Comune si è deciso ad obbligare enti e società impegnate negli impianti pubblici a ripristinare il manto stradale.

Infatti ci sono strade dove i lavori sono stati rabberciati alla meglio, lasciando anche buche e fossi con grande rischio per i cittadini che il più delle volte si sono rivolti alla magistratura ottenendo la giusta condanna del Comune al pagamento dei risarcimenti, altre spreco di bilancio. Nelle foto prese ad esempio di una delle tante strade di Molfetta, ancora piene di buche e con l'asfalto rabberciato alla meglio, si nota anche la sporcizia per la scarsa pulizia dell'Asm: insomma strade rotte e sporche in una "città delle meraviglie" che esiste solo nella mente dei nostri amministratori a caccia di voti.

Ora, come dice un comunicato stampa del Comune, in vista del rifacimento di nuovi impianti elettrici, di comunicazione, a potenziare l’erogazione dell’acqua e della fogna nei quartieri che hanno problemi di insufficiente erogazione di acqua potabile è stato disposto che tutti gli Enti e le società di Servizi impegnati nei lavori che prevedono la rimozione, anche parziale, del manto stradale sono obbligati a ripristinare, a proprie spese, l’asfalto dell’intera carreggiata.

L’obbligo di ripristino è specificato nelle autorizzazioni rilasciate dal Comune.

La prescrizione è stata inserita, da tempo, nelle autorizzazioni rilasciate per evitare che, anche in futuro, si proceda con rappezzi che riguardano solo l’area della carreggiata interessata dagli interventi e che vanificherebbero l’importante intervento in corso da qualche mese, voluto dall’amministrazione.

Già prima dell’inizio dei lavori del Piano strade il Comune aveva informato tutti gli Enti per coordinare, dove possibile, gli interventi, un coordinamento che ha dato ottimi risultati soprattutto per gli interventi effettuati da Open fiber in quanto ha evitato al Comune di rifare il manto stradale su diverse vie cittadine generando economie per l’Amministrazione (a proposito di Open fiber: il Comune ha dato in concessione a questa società i lavori della fibra, escludendo in pratica tutti gli abbonati alla TIM che non potranno usufruire del servizio perché questa società non è convenzionata con Open fiber, un’altra discriminazione per i molfettesi che per avere la fibra saranno costretti a disdire i contratti con la Tim per accedere al servizio)

Ci auguriamo che il Comune provveda al rifacimento delle strade dissestate in passato da altri lavori e che attendono da anni di essere sistemate. Si potrà così evitare il contenzioso e risparmiare i danni da pagare ai cittadini, perché il Comune in queste situazioni è sempre soccombente (andrebbe valutato il danno erariale a carico degli amministratori). Le finanze pubbliche, che sono soldi dei cittadini, vanno utilizzati in maniera corretta, anche perché i molfettesi che pagano le tasse hanno diritto a servizi realizzati a regola d’arte (non come quelli realizzati per mettere la fibra) senza improvvisazioni che provocano maggiori danni ogni volta che piove.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet