Recupero Password
Racket in azione a Molfetta: rubano strumenti tecnologici dai pescherecci e chiedono il riscatto
20 aprile 2021

MOLFETTA – In azione il racket delle estorsioni ai danni degli armatori da pesca di Molfetta, che sono vittime di furti di apparecchiature tecnologiche, con richiesta successiva di riscatto.

I primi furti sono avvenuti la notte tra il 26 e il 27 marzo quando alcuni ladri sono penetrati in un peschereccio ancorato nel porto di Molfetta e hanno rubato il Gps che permette i collegamenti con le capitanerie.

Tra sabato e domenica l’operazione criminale si è ripetuta: i ladri sarebbero arrivati davanti ai pescherecci con un gommone, sarebbero saliti a bordo e avrebbero razziato tutto quanto di tecnologico fosse presente: Gps, radar, ecoscandagli, computer, ecc. per migliaia di euro di valore.

Poi i malviventi hanno chiamato gli armatori offrendo gli stessi strumenti a un prezzo più basso rispetto al nuovo acquisto. Insomma, un vero racket organizzato, sul quale stanno indagando i carabinieri di Molfetta.

Al danno si aggiunge la beffa, perché i pescherei non posso navigare senza questi strumenti e quindi si perdono giornate di lavoro e di pesca con notevoli danni economici.

© Riproduzione riservata

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet