Data e ora

sabato 18 febbraio 2017
Processo depuratore di Molfetta, rinviata al 6 marzo l’udienza. Il Comune parte civile con l’avv. Angela Maralfa

MOLFETTA - E' stata rinviata al 6 marzo l'udienza del processo nella quale sono imputati due ex dirigenti del Comune di Molfetta, due appartenenti alla Eurodepuratori S.p.a e due funzionari dell'Autorità Idrica Pugliese, dove il Gup (Giudice delle indagini preliminari) del Tribunale di Trani dovrà decidere per il loro rinvio a giudizio in relazione a reati riguardanti la gestione e utilizzo dell'impianto comunale di depurazione delle acque.

Il Comune di Molfetta, rappresentato dall' avv. Angela Maralfa, alla quale il Commissario prefettizio ha inteso riconfermare il mandato già ricevuto dalle precedenti amministrazioni,  è costituito parte civile nel procedimento penale a carico degli imputati, per i danni riguardanti la mancata realizzazione dei lavori di adeguamento e potenziamento dell'impianto e per il mancato funzionamento dello stesso.

Le indagini condotte dalla Procura di Trani hanno accertato che le opere di adeguamento, finanziate con € 3.200.000, avrebbero dovuto essere realizzate entro il 2003 e che nel 2012 quasi nulla era ancora stato messo in opera.

Come è noto, l'impianto di depurazione interessa l'area  dell'oasi di Torre Calderina, ormai forse irreparabilmente danneggiata dai liquami fognari delle città viciniori.

L'accusa per gli imputati è quella di reato ambientale, poiché non avrebbero impedito lo scarico di acque reflue con valori bio-chimici superiori a quelli fissati dalla legge e l'illecito smaltimento dei fanghi derivati dal ciclo di depurazione della acque, oltre che di interruzione di un servizio di pubblica necessità, inadempimento di contratti di pubbliche forniture, di turbata libertà degli incanti, di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, danneggiamento aggravato, emissione di gas in assenza di autorizzazione, omissione dolosa di cautele sul lavoro.

Segnala la news ad un amico
Tutti i campi sono obbligatori

Il tuo nome
 

Indirizzo E-Mail del destinatario
   




Esprimi la tua opinione
Tutti i campi sono obbligatori

Nominativo
 

Indirizzo E-Mail 
 

Messaggio  
 
Lunghezza max.:2000 caratteri

ATTENZIONE!
LA VISUALIZZAZIONE DELLE OPINIONI NON E' IMMEDIATA


La redazione di Quindici si riserva il diritto di decidere, a suo insindacabile giudizio, di eliminare i commenti alle news che non riterrà adatti alla messa online:
  • pubblicitari a fini commerciali;
  • con contenuti non inerenti all'oggetto della news;
  • che possano essere interpretati come offensivi o lesivi della dignità umana.
torre calderina|sabato 18 feb 2017 17:50:57

cosa vuoi che succeda?vino e tarallucci
Gigetto l'inetto|sabato 18 feb 2017 14:58:10

Molfetta è una città unica al mondo, tutto quello che si fa, tutte le cose che si vorrebbero fare, diventano pro- cessi. Vedi il Nuovo Porto Commerciale, la raccolta differenziata pap, la Cittadella degli Artisti e tante altre ancora, tutti pro-cessi. Strade e marciapiedi sono dei veri pro-cessi per cani e anche gatti; il depuratore è sempre stato un pro-cesso, parchi e giardini sono un pro-cesso, e via di seguito. Una città che non ha eguali in pro-cessi!
In Edicola
Numeri Precedenti

Vai >>

Login Utente

Username  
Password
 


Password persa?
Registrati

Sondaggio

Il presidente della Regione Michele Emiliano vuole tagliare reparti all’ospedale. Sei d’accordo?