Recupero Password
Prestigioso e coinvolgente concerto a Molfetta del duo jazz Ottaviano e Di Modugno per la Fondazione “Valente”
Nando Di Modugno e Roberto Ottaviano
15 giugno 2018

MOLFETTA - Concerto godibilissimo a Molfetta del duo composto dai maestri pugliesi Roberto Ottaviano, barese al sax soprano, e Nando Di Modugno, biscegliese alla chitarra, con la loro musica hanno trasmesso all’attento e numeroso pubblico (è stato sold out) presente nel chiostro della Fabbrica di San Domenico di Molfetta, un messaggio culturale straordinario della bellezza della musica che crea emozioni irripetibili.

Ottaviano e Di Modugno entrati subito in sintonia col pubblico ne hanno gestito il coinvolgimento emotivo con eleganza e raffinatezza di una musica di qualità che ha ormai superato la soglia dell’élite divenendo sempre più popolare anche con contaminazioni di canzoni famose di grandi autori e interpreti della musica leggera.

Perfino i periodici rintocchi delle campane della vicina chiesa che rischiavano di disturbare il concerto, sono state utilizzate dai due artisti per una improvvisazione musicale, tipica nella storia del jazz, che è stata applaudita dal pubblico. Una bella intesa quella di Ottaviano e Di Modugno, ospiti della Fondazione Valente, presieduta dall’avv. Rocco Nanna, un’intesa che viaggia tra generi differenti, oggi che anche la musica si consuma in fretta, ma con i due Maestri ha offerto un concerto unico, grazie alla loro  capacità di improvvisazione straordinaria. Insomma, tutti i colori del jazz per una serata piacevole che ha allontanato anche la minaccia di pioggia che rischiava di rovinare un bel concerto all’aperto nella magica atmosfera del chiostro, sottolineata da un sapiente e suggestivo gioco di luci e colori.

E’ stato un omaggio al jazz che ha avuto un posto rilevante nella storia culturale degli anni ’80 a Molfetta grazie al sindaco dell’epoca Beniamino Finocchiaro e a Pietro Centrone che hanno portato i più grossi nomi del jazz nella nostra città, come ha ricordato lo stesso presidente Nanna.

Roberto Ottaviano, saxofonista, compositore attivo sulla scena Jazzistica Internazionale da quasi quarant’anni, ha suonato ed inciso con alcuni tra i più importanti musicisti americani ed europei a cavallo tra diverse generazioni: D.Gillespie, C.Baker, A.Farmer, M.Waldron, R.Workman, A.Mangelsdorff, G.Gaslini, E.Rava, S.Swallow, F.Koglmann, P.Favre, K.Wheeler, K.Tippett, K.Berger, H.Bennink, A.Andersen, T.Gurtu, H.Drake, e tantissimi altri. Di prossima pubblicazione il volume da lui curato per Stampa Alternativa collana Jazz People, curata da Gianfranco Salvatore, “Steve Lacy. Una diversa prospettiva”.

Nando di Modugno ha eseguito in prima esecuzione brani solistici (come “Solo di R. Minella e la Toccata di G. Tamborrino a lui dedicata) e d’insieme (W. Mitterer, V. Hein); ha suonato in orchestra sotto la direzione, fra gli altri, di Ennio Morricone, Daniele Gatti e di Jurg Henneberger; ha collaborato con con i Solisti Dauni e gli ensembles svizzeri Phoenix e Nouvel Ensemble Contemporain. Suona regolarmente nell’ensemble del compositore di musiche da film Nicola Piovani; ha collaborato con musicisti jazz quali Pierre Favre e Jay Rodriguez e con attori di teatro del calibro di Arnoldo Foà e Massimo Wertmuller.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet