Recupero Password
Pioggia abbondante e Molfetta si allaga. Difficoltà per chi deve raggiungere il posto di lavoro nella zona industriale
12 novembre 2019

 MOLFETTA – Come sempre, quando cade una pioggia abbondante, Molfetta va in tilt, con buona pace degli amministratori che vogliono fare costruire anche sulle lame (sull’argomento leggete un’approfondimento sul prossimo numero della rivista mensile “Quindici”, che sarà in edicola a fine settimana).

E’ accaduto anche questa volta, come ci ricorda la lettera di un cittadino inviata a “Quindici” con cui si lamenta l’allagamento della zona industriale e la difficoltà per raggiungere il posto di lavoro.

«Gentile Direttore, non dispero che il mio sogno possa esaudirsi. Sono un modesto dipendente di una società della zona industriale che in questo momento non versa in buone condizioni. Il lavoro, si sa, è elemento fondamentale per la vita nostra e dei nostri figli e con questo spirito ci rechiamo ogni giorno al lavoro, cercando di dare il massimo e ringraziando ciò che ci viene dato grazie ad una indipendenza economica. 

Ma a tutto c’è un limite perché la vita, l’incolumità di lavoratori non deve essere messa in discussione e deve costituire priorità per chi ha la competenza a garantire la sicurezza.

Oggi come altre volte, come la pioggia anche in estate, come lo scorso inverno mette a rischio non solo le auto, la viabilità ma anche la vita di lavoratori, padri di famiglia che faticosamente, dopo aver mandato a scuola i propri figli con questo tempo inclemente, cerca di raggiungere il posto di lavoro, perché il lavoro vuole tenerselo stretto ora più che mai.

E invece no! Raggiungere la sede diventa un rafting lungo un fiume in piena, un percorso di triathlon superato il quale si accede di diritto alla finale olimpica. Non è possibile che si debba scegliere, in caso di precipitazioni, se andare al lavoro o non andarci, non si può decidere di mettere a rischio l’utilitaria, unica auto in famiglia, farsi centinaia di metri a piedi sotto la pioggia in queste condizioni, per presentarsi alla sede di un lavoro che si rischia di perdere.

Non si può essere considerati lavoratori di serie B in quanto non si lavora nel centro della Molfetta da bere, quella città splendida tanto declamata dalle TV.

C’è anche questa Molfetta e ci siamo noi, lavoratori con contratti a tempo determinato con nomi fantasiosi che, lavoratori dimenticati ma che non dimenticano promesse riguardanti sacrosanti diritti e non favori.

Ed è ora che l’amministrazione comunale prenda atto che le promesse debbano tradursi in fatti.

Scende la pioggia ma che fa?????».

Molti lavoratori questa mattina sono stati costretti a parcheggiare le auto a metà della zona industriale per proseguire a piedi nell’acqua alta, fino alla propria azienda. E’ normale? Chiediamo all'amministrazione comunale se siano più urgenti i lavori al Corso Umberto o le opere di mitigazione idraulica? E poi c'è vuole costruire sulle lame... Tanto non c'è pericolo. Fino a quando non accade...

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet