Recupero Password
Oggi si vota nelle elezioni provinciali: due i candidati di Molfetta, Facchini e De Robertis
06 ottobre 2019

 MOLFETTA – Oggi è la giornata delle elezioni provinciali della Città metropolitana di Bari: si vota dalle 8 alle 20 nella sede del Comune capoluogo.
Sono elezioni che interessano poco i cittadini, proprio perché essi sono esclusi dalla scelta dei propri rappresentanti in una situazione politica che vede, in Italia, diminuire il ruolo attivo degli elettori proprio per l’impossibilità di indicare una loro preferenza. Nelle elezioni politiche si vota su liste bloccate, in quelle provinciali, dopo che per mesi si è parlato dell’abolizione delle Province, a votare non sono i cittadini, ma i sindaci e i consiglieri comunali dei Comuni che fanno parte dell’area metropolitana.
Insomma un’elezione “fra loro e loro” direbbero i cittadini. Insomma, una distorsione della democrazia, che speriamo venga eliminata con la prossima riforma elettorale. Questo tipo di elezione viene definito di secondo livello e serve per eleggere 18 consiglieri.

Molfetta, come sempre si presenta divisa con due candidati della stessa parte politica e facenti parte della maggioranza: Giovanni Facchini del Pd e Dario de Robertis, un giovane ambizioso ex sinistra di Vendola, passato al ciambotto con la lista civica “Molfetta in più” a sostegno di Tommaso Minervini sindaco e poi, abbandonando lo stesso sindaco, si è trasferito nel listone “NOI”, un ciambotto nel ciambotto, partorito dalla fervida mente di Pasquale Mancini che, in quanto a pasticci politici, è maestro, illudendosi di proporre novità, che, in realtà, sono solo fantasie politiche. E lui sempre scudiero resta: ieri di Azzollini, oggi di Tammacco.

Infatti il gruppo “Noi” (che evoca sinistri ricordi) agli ordini di Saverio Tammacco (quello che qualcuno definisce “il sindaco ombra”) ha deciso di dichiararsi autonomo dalla maggioranza e di costituire un nuovo gruppo politico, il Noi (Nuova officina delle idee, sic!) appunto, con l’obiettivo di commissariare il sindaco Minervini e isolare l’unico partito presente nella maggioranza, il Pd, che in pratica, si era trasformato anch’esso in una sorta di lista civica a sostegno di Minervini. Un pasticcio insomma, che punta a portare in consiglio regionale lo stesso Tammacco.

Di qui il risultato di due candidati del destracentro ciambotto al consiglio provinciale.

Il rischio è, come è avvenuto in passato che nessuno dei due candidati venga eletto, anche perché fanno parte della stessa lista “Città insieme”. I Comuni sono stati divisi in 5 fasce in base alla popolazione e, per ciascuna di esse, è stato determinato (con calcolo previsto dalla legge) un indice di ponderazione. 
Ad ogni fascia corrisponde un colore; agli amministratori che si recheranno al seggio sarà consegnata una scheda del colore corrispondente alla fascia di popolazione del Comune in cui esercita la carica.A Molfetta si voterà con la scheda verde.
L'elettore voterà sulla scheda per una delle liste ammesse e potrà esprimere un voto di preferenza per uno dei candidati di quella lista, scrivendone il cognome. Non è ammesso il voto disgiunto, né la doppia preferenza.

Tre le liste elettorali presentate: MoVimento 5Stelle, Città Insieme e Centrodestra Metropolitano.

Eccole:

MoVimento 5Stelle

  1. Cataldi Rosa (Bari, 01.03.1978)
    2. Daniele Michele (Mola di Bari, 02.06.1952)
    3. Delle Fontane Antonello (Bari, 30.06.1987)
    4. Di Pinto Nicola (Triggiano, 02.06.1986)
    5. Fraccalvieri Silvia (Santeramo in Colle, 29.10.1994)
    6. Lamacchia Pasquale (Bari, 18.03.1983)
    7. Lillo Rocco (Santeramo in Colle, 29.09.1988)
    8. Patrono Giuseppe (Acquaviva delle Fonti, 15.12.1978)
    9. Simone Alessandra Piergiovanna (Bari, 22.09.1978)
    10. Pani Maria Elisabetta (Bari, 29.07.1975)
Città Insieme

  1. Abbaticchio Michele (Bitonto, 25.04.1973)
    2. Anaclerio Alessandra (Bari, 21.07.1989)
    3. Bronzini Marco (Matera, 19.06.1954)
    4. Boccuzzi Tiziana (Conversano, 04.02.1974)
    5. Cardascia Domenico (detto Mimmo) (Altamura, 24.02.1972)
    6. Caringella Giuseppe (Bari, 01.08.1969)
    7. De Robertis Dario (Trani, 04.11.1992)
    8. Di Terlizzi Raffaella (Ruvo di Puglia, 17.05.1972)
    9. Facchini Giovanni (Molfetta, 02.12.1967)
    10. Gatti Antonella (Bari, 31.10.1982)
    11. Giulitto Giuseppe (Bitritto, 25.03.1967)
    12. Indiveri Felice (Monopoli, 10.04.1983)
    13. Laporta Michele (Cellamare, 30.09.1962)
    14. Maurodinoia Anna (detta Anita) (Hamilton CHD, 26.09.1975)
    15. Pietroforte Francesca (Acquaviva delle Fonti, 13.10.1981)
    16. Stragapede Antonio (Altamura, 16.11.1974)
    17. Vaccarella Elisabetta (Bari, 23.11.1967)
    18. Vitto Domenico (Polignano a mare, 22.08.1969)
Centrodestra Metropolitano

  1. Romito Fabio Saverio (Bari, 09.04.1988)
    2. Ciaula Antonio (Bari, 02.10.1969)
    3. Melchiorre Filippo (Bari, 07.05.1966)
    4. Leggiero Francesco (Monopoli, 11.12.1957)
    5. Scarabaggio Carlo (Altamura, 27.07.1988)
    6. Digregorio Michele (Santeramo in Colle, 25.07.1955)
    7. Mastrangelo Giovanni Gioia del Colle, 11.06.1977)
    8. Delfine Sebastiano (Putignano, 22.07.1971)
    9. Manginelli Laura (Conversano, 26.04.2001)
    10. Marzella Antonella Teresa (Terlizzi, 14.12.1985)
    11. Milano Marianna (Acquaviva delle Fonti, 08.10.1973)
    12. Sardone Giovanna (Toritto, 31.08.1964)
    13. Mariani Marisa Santa Cellamare, 11.11.1959).
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet