Recupero Password
Nuovo incendio dell’ex mobilificio Giancaspro sulla Molfetta-Terlizzi. Un rogo contro i migranti?
Il rudere dell'ex mobilificio Giancaspro
26 ottobre 2020

MOLFETTA – Continua ad essere oggetto di vandalismi e incendi l’ex mobilificio Giancaspro, ormai ridotto a un rudere sulla provinciale Molfetta-Terlizzi nel territorio della città dei fiori.

Sabato sera, intorno alle 23.30, è scoppiato un nuovo incendio, mettendo a rischio anche la vita di alcuni migranti che vivono nella struttura fatiscente, unico rifugio per loro che sono impegnati nella raccolta delle olive.

Sono intervenuti i vigili del fuoco per domare le fiamme. Non si esclude alcuna ipotesi, non ultima quella che il rogo sia stato provocato proprio per cacciare i migranti da quell’ex mobilificio.

Se questa ipotesi trovasse conferma, non c’è dubbio che il razzismo, ancora una volta, è più forte della pietà e può arrivare anche ad uccidere.

© Riproduzione riservata

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet