Recupero Password
“Notte di luce, note di pace”, kermesse musicale del Coro Polifonico “Capotorti” di Molfetta
Zanzarella, Mezzina, Della Valle di Pompei, Masetro Petruzzella
23 dicembre 2019

MOLFETTA - La ventinovesima edizione della stagione natalizia di concerti, curata dal Coro Polifonico “Luigi Capotorti”, espressione fondamentale dell’Associazione, “Notte di luce, note di pace” è stata inaugurata il 13 dicembre nella Cattedrale di Molfetta.

“Viviamo in un tempo molto complesso nel quale le sensazioni buone vengono sovrastate da eventi che ci impedisco di riconoscerle e viverle al tempo stesso. La Luce e la Pace, richiamate dal titolo del nostro Concerto 2019, devono essere non punto di arrivo ma percorso giornaliero di ricerca della giustizia sociale, della donazione gratuita all’altro, della preghiera e del coraggio per la costruzione di un mondo solidale”, queste sono le parole, scritte sulla brochure di presentazione degli eventi, di Vito Mastrorilli, presidente dell’Associazione.

L’Associazione, nata nel 1991, come formazione amatoriale guidata da direttori professionisti, quali D. Binetti, V. Di Donato, G. Magarelli, G. Panunzio, A. Gigante, T. De Gennaro, N. Petruzzella vanta un ricco repertorio musicale, che spazia dal canto gregoriano alle caratteristiche forme polifoniche moderne, dalla musica sacra e sinfonica alla produzione lirica e operistica, dal barocco alla musica contemporanea.  Guidata dal direttore Nicola Petruzzella, nato nel 1991, diplomato in canto lirico, laureato in pianoforte e Musica vocale da camera con il massimo dei voti presso il conservatorio “N. Piccinni”. Vanta talenti quali il soprano Erika Mezzina, la quale studia canto lirico presso il suddetto conservatorio; il pianista Vito della Valle di Pompei, il quale si laurea in pianoforte con il massimo dei voti e la lode e consegue il diploma di Didattica della Musica ed il Biennio per la formazione dei docenti di strumento musica, presso il conservatorio barese e il fisarmonicista Tiziano Zanzarella, giovanissimo musicista prodigio, diplomato in fisarmonica presso il suddetto istituto musicale ed il coro poliedrico, composto da soprani, contralti, tenori e bassi.

Organizzazione poliedrica che collabora con l’ a.p.s. “Mani tese… il Valore della Solidarietà”, onlus di Modugno, la quale dal 1964 si batte per la giustizia sociale, economica e ambientale del mondo. La presidentessa della sezione pugliese, Elisabetta Tommasicchio, ringrazia l’associazione e la cittadinanza presente all’evento: “Anche durante questo periodo natalizio il connubio musica, canti, fede, tradizione e solidarietà si uniscono alla speranza. Noi siamo volontari che offrono il proprio aiuto ai più bisognosi, cerchiamo di dare dignità ai pazienti, soprattutto quelli del reparto di oncologia pediatrica, in cui le degenze sono molto lunghe. Noi trattiamo i pazienti come veri e propri membri delle nostre famiglie, integrandoli come fratelli e sorelle in un turbine di amore e voglia di condividere. I soldi che saranno raccolti in questa sede saranno devoluti al reparto di psichiatria pediatrica”. 

La performance musicale ha visto come incipit l’esecuzione del canto gregoriano “Puer natus est” da parte del coro maschile, seguita dalla messa in atto del Gloria da “Misa Criolla”, scritto da A. Ramirez che ha infiammato i cuori della platea piacevolmente rapita dal turbine di note spagnole per poi sfociare nel sublime “L’Augurio del Santo Natale” di L. Capotorti, sottofondo di una riflessione di Don Tonino Bello, nonché aria pianistica di alta levatura, presentata nel primo CD dell’Associazione, targato “Digressione music” ed è stata conclusa dall’immancabile “La Santa Allegrezza”, arrangiata dal direttore Petruzzella.                                                                 

“Questo canto popolare molfettese è stato il motivo per cui il coro si riunì nel 1991, ci sembrava doveroso terminare il concerto con un richiamo alla tradizione cittadina. Come dimenticare i vecchini che gridavano “Chi vuole bene a Maria?”, invito rivolto alle donne che dovevano rispondere in maniera affermativa per essere allietate dal canto della Santa Allegrezza nei loro portoni.”, afferma il presidente Mastrorilli.

All’evento ha presenziato anche la Vicesindaco e Assessore alla Cultura Sara Allegretta, soprano e docente Musica vocale da camera, che ha espresso con toni entusiastici la sua propensione verso eventi musicali di tale portata.

Non poteva che esserci conclusione migliore per una kermesse musicale armoniosa e folkloristica, a cui la cittadinanza può assistere gratuitamente anche nelle date del 21 dicembre presso la Chiesa di San Pietro e il 23 dicembre presso la Basilica Madonna dei Martiri per le ore 20 circa.

© Riproduzione riservata

Autore: Marina Francesca Altomare
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet