Recupero Password
Non si può più tacere. La Consulta femminile di Molfetta condanna l'intolleranza verso i migranti e lancia un appello per l’accoglienza
20 marzo 2019

 MOLFETTA – Anche la Consulta femminile di Molfetta prende posizione sull’intolleranza verso i migranti, sulla disumanità e sull’uso di un linguaggio aggressivo. Il ministro dell’Interno Salvini, infatti, continua a diffondere odio e intolleranza dividendo gli italiani e favorendo il peggiore razzismo. Un atteggiamento irresponsabile che rischia di far diventare la situazione pericolosa e a rischio. Ancora una volta, una nave carica di migranti disperati con donne e bambini, la Mediterranea, è stata ostacolata dalle autorità italiane. La disumanità sembra essere diventata una regola per Salvini e il governo italiano gialloverde.

In un documento, la presidente Sara Pisani scrive: «A seguito dei recenti provvedimenti legislativi che minano la cultura dell’accoglienza, la Consulta femminile esprime il proprio dissenso nei confronti di scelte governative inaccettabili e denuncia con forza:

      •   l’aggravarsi di una diffusa atmosfera di intolleranza e paura nei confronti dei migranti percepiti come minaccia e non come risorsa;

  • l’uso continuo di un linguaggio aggressivo che “parla” non di persone, ma di numeri e costi;
  • la messa in atto di azioni politiche che hanno come effetto la cessazione dei servizi di accoglienza;
  • la disumanità dei respingimenti di donne, uomini, bambini già duramente provati.
     Non si può rimanere inerti. Ognuno di noi è coinvolto. Non si può più tacere.

Prima che sia troppo tardi si deve tornare a pensare e ad agire come esseri umani a difesa dei diritti dei migranti, perché quando è violato il diritto di un altro, presto sarà violato anche il nostro.

La Consulta rivolge pertanto un pressante appello alle istituzioni politiche e religiose, a coloro che lavorano nell’associazionismo, agli operatori sanitari, alle donne, agli uomini, all’intera società civile, affinché rimanga sempre alta l’attenzione nei confronti dell’accoglienza verso i migranti e siano garantiti il diritto alla vita, all’inclusione sociale e la dignità della persona umana.

 La Consulta auspica altresì che ci sia la piena condivisione degli intenti di questo appello e che esso possa  tradursi in manifestazioni di volontà e atti governativi corrispondenti».

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet