Recupero Password
Molfetta ricomincia a mostrare i suoi tesori: ieri riaperta la Sala dei Templari
20 giugno 2020

MOLFETTA – Dopo la pausa forzata, imposta dalle prescrizioni a tutela della salute, la Sala dei Templari torna ad aprire le sue porte. Riapertura in una veste inedita che non ha mancato di suscitare grande interesse, a giudicare dalla presenza di numerosi visitatori “contingentati” (non più di 10 persone per turno di visita), tra i quali numerosi artisti oltre al sindaco Tommaso Minervini e all’assessore alla Cultura Sara Allegretta.

Le antiche corsie ospitano una mostra temporanea con una parte delle opere inserite nella Raccolta d’Arte contemporanea di Palazzo Giovene, raccolta presente nell'edificio comunale dal 1995, in un allestimento curato dalla compianta professoressa Elena Germano Finocchiaro. 

Dal 19 giugno al 16 agosto, dunque, sarà possibile ammirare dipinti di Michele e Liborio Romano, Luigi Schingo, Alfedo Sficco, Luigi Guerricchio, Renato Guttuso, dei molfettesi Gaetano Grillo, Salvatore Salvemini, Natale Addamiano, Antonio Nuovo, Michele Zaza, Ida Caradonna, Anna Rita Spezzacatena; Franco Poli (solo per citare alcuni dei nomi presenti) o le sculture di Pino Conte e Vito Zaza.

A partire dal 21 agosto, invece, saranno esposti dipinti di Franco D’Ingeo (che erano collocati nella Fabbrica di San Domenico, tuttora in restauro) e della “Donazione “Minervini”, ossia dodici opere del prof. Leonardo Minervini.

La mostra, allestita con a cura dei soci della Cooperativa FeArT (gestori dell’Info Point turistico cittadino) e l'ausilio dei professori Gaetano Mongelli e Francesco Picca, consente di seguire un percorso artistico e storico. Si scopre, ad esempio, la presenza di Alfredo Sficco, originario di Pola che, dopo l’otto settembre del 1943, approdò a Molfetta, vivendo nell’ex convento sul Pulo e lavorando con artisti molfettesi come Franco Poli.

La visita, per rispetto delle disposizioni relative al contenimento del Covid19, è consentita su prenotazione presso l’info point o chiamando il numero 351 9869433 oppure inviando una mail a info.molfetta@viaggiareinpuglia.it.

Una ulteriore novità è rappresentata dalla possibilità di usufruire di informazioni relative al sito e ad alcune delle opere in mostra, attraverso un’applicazione QCode, scaricabile sul proprio telefonino. Ad accompagnare tra le mura della Sala dei Templari sarà la voce di Vito D’Ingeo di Teatrermitage.

L’esposizione è visitabile dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 21.

@Riproduzione riservata

Autore: Isabella de Pinto
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet