Recupero Password
Molfetta, "la Città delle belle... Donne", immagine dannosa di una campagna sbagliata. Dura posizione di Rifondazione
27 luglio 2020

MOLFETTA – Dura presa di posizione dei consiglieri comunali PRC/CDS di Molfetta, Paola de Candia e Beppe Zanna, nei confronti della campagna “all inclusive”, tanto pubblicizzata dal sindaco Minervini e che dovrebbe, nelle intenzioni, promuovere l’immagine della città, ma in realtà la dequalifica.

«Molfetta, "La Città delle belle... Occasioni... delle belle... Mangiate.... delle tante cose belle!!!"
Molfetta, una città bellissima ma, in queste settimane più che mai, vilipesa, piuttosto che valorizzata, da un'Amministrazione che pensa di fare marketing territoriale echeggiando al vecchio detto popolare, che le attribuisce il merito di essere "la città delle belle donne", perpetuando un'offesa ingiustificata e sessista (il cui significato offensivo sfugge ancora a molta gente, che addirittura, per ignoranza, ne fa sfoggio, ndr).
Una bellissima Molfetta, amministrata da un governo "smart" di centrodestra-sinistra, che così dimostra di non aver alcun rispetto della donna, in genere, come già altre volte nel recente passato, delle sue cittadine in particolare e delle regole che governano gli statuti degli organismi consultivi più nello specifico.
Organismi consultivi istituiti dalla stessa Amministrazione che se ne fa vanto, quale ad es. la Commissione Pari Opportunità, la cui consultazione è prevista per la progettazione delle campagne comunicative a cura del Comune.
Una Commissione mai consultata perché mai avrebbe potuto approvare questo scempio di comunicazione.
Una Commissione pari opportunità venuta a conoscenza di questa campagna sciagurata, oltre che provinciale, qualche giorno prima della presentazione.
Una Commissione che ha immediatamente interpellato l'assessore Ancona che, fingendo di non aver compreso il senso di quella becera ironia, ha assicurato che avrebbe immediatamente posto rimedio, censurando i manifesti già affissi in città e rivedendo completamente la progettazione della campagna di Marketing territoriale in atto.
Ebbene, i giorni e le settimane sono trascorsi e i manifesti affissi non sono stati censurati, anzi fanno bella mostra in tutta la città, rendendoci ridicoli agli occhi di chi sceglie di passeggiare per le nostre strade, arrivando da città lontane del nord per una vacanza di ritorno o dalle cittadine limitrofe per trascorrere una serata a godere delle nostre bellezze.
Molfetta merita di essere valorizzata, le cittadine molfettesi meritano rispetto così come lo meritano le regole e i ruoli istituzionali.
Molfetta merita di meglio, merita di essere governata con maggiore attenzione, ma evidentemente sono cose troppo difficili per questa amministrazione sciagurata».

 

 

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet