Recupero Password
Molfetta, i cittadini che abitano vicino alla stazione di servizio Eni di via Terlizzi si sono rotti i… polmoni: inquinamento atmosferico e acustico. La protesta
10 maggio 2018

MOLFETTA - “Ci siamo rotti i polmoni”, comincia così una lettera di protesta degli abitanti della zona circostante la stazione Eni di via Terlizzi.

«Aria irrespirabile ogni giorno dell'anno, ieri particolarmente considerati i lavori ai serbatoi, Inquinamento atmosferico e acustico.

Nonostante la centralina ARPA installata dal comune di Molfetta e LONTANA circa 150 metri dal distributore Eni di via Terlizzi non abbia rilevato nulla nei mesi precedenti,

le centraline installate da un Ente Pubblico certificato, sui balconi degli edifici che si affacciano direttamente sull'area interessata, rilevano picchi ben oltre i limiti consentiti dalla legge. All'interno degli appartamenti la situazione non è di certo positiva, come rilevano le centraline.

Uomini, donne, bambini, anziani costretti a respirare costantemente un'aria inquinata dal distributore Eni in questione. A pochi metri, oltre alle abitazioni, anche l'istituto, la scuola media Poli, l'ospedale. Una situazione vergognosa. Adesso basta, i cittadini si sono stancati.

Si chiede l'intervento URGENTE delle istituzioni. La situazione è diventata INSOSTENIBILE: la salute prima di tutto».

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2018
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet