Recupero Password
Loredana Lezoche, l’outsider della politica a Molfetta, candidata fuori dal coro, scelta inverosimile del presidente Emiliano Il Pd cerca di rifarsi una verginità: esclude Piero de Nicolo, cancella con un colpo di penna dell’ultimo minuto Saverio Tammacco e punta su un volto nuovo e non compromesso
Loredana Lezoche firma l'accettazione della candidatura davanti al notaio
30 gennaio 2018

 MOLFETTA – L’outsider della politica a Molfetta è indubbiamente lei, la “donna del fare”, come si definisce e qualità che in tanti le riconoscono. Loredana Lezoche, imprenditrice della Globeco di Molfetta, è la candidata a sorpresa al collegio uninominale del Senato per il Pd, un partito al quale non è iscritta e che ha scelto nella società civile.

Una donna libera con grinta e competenza: lo ha dimostrato sia come presidente dell’Associazione industriali e le sue dimissioni, forse, sono legate proprio a questa libertà e al rifiuto di compromessi nell’organizzazione; sia come presidente del comitato organizzatore della tappa del Giro d’Italia partita da Molfetta. Una donna non adusa al servilismo e per questo, appare inverosimile questa investitura da parte del presidente della Regione Michele Emiliano, padrone del Pd pugliese e abituato a scegliere fra i fedelissimi. Una scelta improbabile, che è divenuta, stranamente, reale.

Per una volta, noi che non siamo mai stati teneri con lui, responsabile dell’omicidio politico della giunta di centrosinistra presieduta da Paola Natalicchio, dobbiamo riconoscere al governatore una scelta giusta. Decisamente migliore di quella ambigua di Saverio Tammacco il cui nome era già nella lista pubblicata sul sito del Partito Democratico e poi cancellato, senza esitazione con un colpo di penna. Avrà pesato la sua provenienza dal centrodestra e dalle truppe del defenestrato, ormai ex sen. Antonio Azzollini, cancellato anch’egli con un colpo di penna da Silvio Berlusconi. Ma la sua eliminazione sarà stata anche determinata dall’esclusione di un altro voltagabbana storico della politica molfettese, quel Piero de Nicolo, braccio armato di Emiliano per la caduta del centrosinistra, per aprire la strada al destracentro “ciambotto” a Molfetta.

Loredana, già individuata e corteggiata politicamente da Emiliano, ha mantenuto il segreto e la riserva fino all’ultimo momento per evitare di essere attaccata dagli odiatori di professione che a Molfetta abbondano. Qualcuno dirà, fra i due litiganti De Nicolo e Tammacco, il terzo gode, ma almeno in questo caso il Pd, dopo tutte le brutte figure rimediate in questi ultimi anni, ne viene fuori con dignità con due candidature di rispetto e soprattutto presentabili, quasi a rifarsi una verginità, dopo la nomina alla segreteria di Erika Cormio ora tocca a Loredana Lezoche e Nicola Piergiovanni, altra scelta felice, l’uomo amico di tutti e nemico di nessuno.

Ma vediamo come si presenta la stessa Lezoche, per tutti Loredana, che, sempre nel suo stile libero, ha deciso di farsi un’autointervista: «Tutti dicono che sono una donna del fare. La mia candidatura arriva dopo due settimane in cui Michele Emiliano, il Presidente della nostra Regione a cui sono particolarmente riconoscente poiché, quando Molfetta fu colpita dall’allagamento della zona industriale, dopo avermi risposto al telefono, non esitò a correre sui luoghi allagati per rendersi conto di persona dei danni provocati, mi ha chiamato chiedendomi se fossi disposta a lavorare per la mia Puglia, esponendomi in prima linea e mettendoci tutta la mia caparbietà ed il mio cuore per la terra a cui sono orgogliosa di appartenere.

La domanda di Michele Emiliano è stata secca: “Loredana vuoi candidarti con la coalizione di centrosinistra?”.

Sono stati giorni di attesa e riflessione condivisi con tutte le persone che mi affiancano quotidianamente al lavoro, di confronto con i miei amici e, soprattutto, di grande comunicazione con l’unica persona della quale mi fido ciecamente: mio marito Angelo.

 E’ stato grazie ad Angelo, alle sue parole ricche di fiducia e coraggio e alla chiamata di Michele Emiliano che, ieri sera, quando mi è stato chiesto di firmare per la mia candidatura per il collegio che va dalla Murgia alla costa, al Senato uninominale, ho deciso di partecipare, con entusiasmo e senza più alcuna esitazione, a questo nuovo viaggio al servizio dei Comuni di: Acquaviva delle Fonti, Altamura, Binetto, Bisceglie, Bitetto, Cassano Murge, Corato, Giovinazzo, Gravina in Puglia, Grumo Appula, Minervino Murge, Molfetta, Palo del Colle, Poggiorsini, Ruvo di Puglia, Sammichele, Santeramo in Colle, Spinazzola, Terlizzi, Toritto e Turi.

Perché ho deciso di cogliere l’opportunità che Michele Emiliano mi ha offerto?

 Perché ho rivisto nel corso del tempo il ruolo della politica nell’ottica di un percorso comune, necessario a realizzare progetti per la comunità. Questo è il mio principio di vita: dare forma alle idee, trasformando intuizioni in progetti utili e concreti.

Ho accettato con gioia e alle mie condizioni: non sarò mai un “politico”, non vorrò mai parlare un linguaggio lontano dalla nostra quotidianità e che non mi appartiene, non farò mai promesse irrealizzabili: tutto questo è contro la mia morale e la gente che mi conosce lo sa.

Sarò il candidato della gente comune per la coalizione di centrosinistra facendomi carico, come ho sempre fatto nel mio percorso umano e professionale, delle problematiche del nostro territorio.

Da oggi fino al 4 marzo sarà solo l’inizio di un bellissimo viaggio, da affrontare con tutti voi!».

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet