Recupero Password
Lecce rende omaggio a Lorenzo Palumbo, storico di Molfetta A 10 anni dalla morte, un ricordo dello studioso, che fu anche collaboratore di “Quindici” e indagò sul ruolo dei ceti contadini nell'economia e nella società pugliese, soprattutto salentina
Lorenzo Palumbo
11 marzo 2018

MOLFETTA - Il 19 marzo, nella ricorrenza dei dieci anni dalla morte dello stimato studioso, che fu anche collaboratore di “Quindici”, il Dipartimento di Beni culturali dell’Università del Salento e la Società di Storia Patria – sezione di Lecce – rendono omaggio a Lorenzo Palumbo con una manifestazione che avrà luogo alle ore 16, a Lecce, presso l’ex monastero degli Olivetani.

L’evento sarà intitolato “Lorenzo Palumbo. L’uomo e lo storico nel decennale della morte”. Interverranno Filippo G. Cerfeda, Archivio Storico Diocesano Otranto, mons. Salvatore Palese, già Preside della Facoltà Teologica Pugliese, Pasquale Corsi, Presidente della Società di Storia Patria per la Puglia, docente dell’Università di Bari, Mario Spedicato, Università del Salento.

Il compianto studioso, nato a Palagiano il 15 febbraio 1929, è stato prima ordinario d'italiano e storia in istituti magistrali e successivamente docente di "Sociologia rurale" e "Storia dell'agricoltura" presso la Facoltà di agraria dell'Università degli Studi di Bari.

Storico di grande rigore, ha indagato il ruolo dei ceti contadini nell'economia e nella società pugliese, soprattutto salentina. Numerosi i suoi studi, tra i quali Un feudo ecclesiastico. Uggiano la chiesa nel Settecento, Panico, Galatina, 2007; Centro e periferia in Terra d'Otranto tra XVI e XVIII secolo. Nobili, notabili e vassalli a Lecce e nel basso Salento (coautore Giuseppe Poli), Cacucci, Bari, 2001; Il massaro zio prete e la bizzoca. Comunità rurali del Salento a metà Settecento, Congedo, Galatina, 1989; Aspetti di vita economica e sociale in Acquaviva delle Fonti nei secoli XVII-XIX, Società di Storia Patria Bari, Bari, 1981. Ha inoltre dedicato la sua attenzione al contesto molfettese, con alcuni contributi sugli antifascisti molfettesi (Perché non se ne perda la memoria. Documenti inediti su antifascisti molfettesi, in «Studi Molfettesi», 6-8, 1998, pp. 171-192) e sugli “aspetti demografici e sociali” della nostra città nel periodo compreso tra gli anni Trenta e Cinquanta (Molfetta dagli anni Trenta agli anni Cinquanta. Aspetti demografici e sociali, in Ambrogio Grittani e la sua opera nella società e nella Chiesa del suo tempo, a cura di S. Palese, Vivere In, Roma-Monopoli, 1999, pp. 11-32). Il volume Baroni ribelli e indocili vassalli: appunti per una storia di Surano tra Sei e Settecento gli è valso la cittadinanza onoraria del suddetto comune.

In suo ricordo sono stati pubblicati i volumi Campi solcati - Studi in memoria di Lorenzo Palumbo, a cura di Mario Spedicato (Panico, Galatina, 2009), e Chiesa, società e territorio. Studi in memoria di Lorenzo Palumbo, a cura di Arcangelo Ficco e Giuseppe Poli (La Nuova Mezzina, Molfetta, 2012)

Ha saputo coniugare l’acume scientifico con la dote di una raffinata ironia, rappresentando un importante punto di riferimento sotto il profilo culturale non solo per la città di Molfetta. 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2018
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet