Recupero Password
Le bufale e le fake news, cattiva informazione su Palazzo Tattoli a Molfetta. La denuncia della giornalista ex sindaco Paola Natalicchio
L'affresco di Palazzo Tattoli
21 dicembre 2018

 MOLFETTA – Scoperta un’altra bufala delle tante che circolano anche sui giornali e siti di Molfetta (è stato tratto in inganno anche un giornale on line di Bari), soprattutto quelli palesemente fiancheggiatori della giunta Minervini (che ricevono le notizie anche in anteprima da amministratori amici, perfino prima delle conferenze stampa del sindaco). Privi di contenuti, alcuni siti locali puntano solo ai like, perché fanno solo informazione commerciale, anche a costo di dare notizie false o superficiali, mai critiche verso chi governa.

Non è giornalismo, ma improvvisazione, che può andare bene solo per i social. E’ accaduto anche con la notizia della rimozione dei puntelli da Palazzo Tattoli, nella città vecchia di Molfetta e dal presunto ritrovamento di alcuni affreschi. Per l’informazione corretta ricordiamo che qualche giorno fa sono stati tolti solo i puntelli, non è stato restaurato l’intero immobile. C’è solo il consolidamento, che è già un primo risultato già avviato dall’amministrazione Natalicchio.

Ma veniamo alla bufala. E’ lo stesso ex sindaco Paola Natalicchio, giornalista a rivelarla.

«Lo dico da giornalista: io alcuni meccanismi della stampa proprio non li capisco. Per esempio non capisco come si possa affermare su Bari Today o Molfettaviva che "spunti" in questi giorni la scoperta di un possibile affresco risalente al Medioevo sui muri di Palazzo Tattoli, da parte della ditta esecutrice dei lavori. Le foto che pubblico sono state scattate ben prima.

I lavori di scavo (a mano) del Palazzo Tattoli sono iniziati già nel 2014. Furono rinvenute tracce artistiche straordinarie, tanto che pensammo di farne un Open Museum. Nel tempo i lavori si sono rivelati molto complicati e delicati. Le foto che pubblico dell'affresco "appena spuntato" le ha scattate Betta Mongelli, allora assessore alla cultura del comune di Molfetta. Era quattro anni fa.

Era stata sul cantiere di Palazzo Tattoli insieme all'architetto Orazio Lisena e alla presidente di Archeoclub Molfetta, Angela Sciancalepore. Quindi questa, cari colleghi giornalisti, è una fake news. La scoperta non è di ottobre 2018, ma è stata fatta ben prima. Mongelli e Sciancalepore furono colpite subito dalla tipologia delle imbarcazioni, dalla collocazione dei remi negli scalmi, dal timone e dai copricapi dei marinai, che fecero pensare subito a modelli medievali, presenti in alcuni importanti documenti come la Tapisserie de Bayeux (1066 circa).

Le valutazioni scientifiche, però, spettano agli esperti e facemmo un passo indietro. Gli uffici ci dissero che sarebbe stata attivata la Soprintendenza. La ditta, gli uffici comunali sanno dell'affresco da molto tempo.

Risulta dunque ben strano che i colleghi giornalisti non abbiano verificato il tutto prima di fare titoli clamorosi. Io ritenni di non darne pubblicità prima delle conferme da parte degli storici. Dissi a Betta e Angela: verifichiamo, capiamo e poi raccontiamo. Che dite: verifichiamo, capiamo e poi raccontiamo?».

Le bugie e le fake news hanno le gambe corte…

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet