Recupero Password
La sen. Carmela Minuto di Molfetta potrebbe lasciare Forza Italia e passare alla Lega di Salvini per salvare il seggio
Carmela Minuto
30 gennaio 2019

 MOLFETTA – Novità in vista per la senatrice di Molfetta, Carmela Minuto: potrebbe lasciare Forza Italia per passare alla Lega. E’ l’ipotesi che fa oggi “Il Fatto Quotidiano”.

Carmela il 4 marzo 2018 è stata eletta in Forza Italia, togliendo il seggio all’ex sindaco Antonio Azzollini, non più ricandidato dal suo partito e al parlamentare uscente Michele Boccardi.

In un primo tempo quest’ultimo sembra essere stato riconfermato, ma da un conteggio diverso dei resti, fatto dalla Corte di Appello di Bari, che ha ribaltato il risultato, si è ritrovato appiedato a favore della Minuto.

Boccardi ha fatto ricorso alla giunta per le elezioni e le immunità del Senato che dovrebbe riunirsi oggi per decidere. Ma la vicenda Salvini-Digiotti, ma l’improvvisa fifa del gradasso ministro dell’Interno, che in un primo momento aveva detto di non temere il giudizio, ha complicato le cose.

Infatti, negli ultimi giorni Davide Bellomo, avvocato, ex consigliere regionale di F.I. candidato a sindaco di Bari con la lista “Noi per l’Italia” che fa capo a Francesco Schittulli e ha come referente Raffaele Fitto, ha rinunciato alla candidatura annunciando il suo passaggio alla Lega Nord di Matteo Salvini e l’appoggio al candidato del Carroccio, Fabio Romito.

Le primarie per il centrodestra per il sindaco di Bari, si terranno il 24 febbraio e Fitto all’ultimo momento perde un altro suo esponente, dopo l’addio di Nuccio Altieri che sarebbe il regista dell’operazione Bellomo, mentore, nonché compagno della bella Carmela.

Ora tra gli esponenti di Forza Italia c’è il sospetto che alcuni leghisti possano dare una mano alla sen. Minuto votando a suo favore. In cambio Salvini si ritroverebbe un buon bottino politico: oltre a Bellomo, anche il sindaco di Bari, il leghista Fabio Romito, ma anche un seggio in più in Senato per il passaggio di Carmela con la Lega Nord. Uno scambio di favori politici, tutto da Prima Repubblica.

Il passaggio alla Lega, toglierebbe la Minuto dall’imbarazzo nel quale ora si trova in Forza Italia, con Azzollini contro e una parte del partito e dei consiglieri comunali del centrodestra che non hanno mai visto di buon occhio la sua elezione e il siluramento dell’ex sindaco.

La nuova collocazione della Minuto, però, creerebbe problemi a Pino Amato che, alcune settimane fa, da buon segugio politico, aveva fiutato l’aria passando dall’Udc alla Lega, divenendone il massimo esponente a Molfetta. Ora ci sarà la bella Carmela a fargli ombra e lui si ritroverà in secondo piano con una donna che lui aveva già osteggiato quando era amico di Azzollini.

A questo punto non sappiamo se il Pino locale, che ci ha abituato ai suoi cambi di casacca, deciderà di spostarsi ancora nel panorama politico locale. Col passaggio alla Lega, gli era stata garantita la candidatura alle prossime regionali.

La partita è tutta aperta e non è escluso che la stessa giunta delle elezioni, che deve decidere anche la sorte di Salvini, venga rinviata, per ricomporre il puzzle. Rien ne va plus.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet