Recupero Password
La salma di Souba Balde, giovane migrante morto a Molfetta, è tornata in Senegal
Souba Balde
28 gennaio 2021

MOLFETTA - Da qualche giorno la salma del giovane migrante Souba Balde, di 19 anni deceduto a Molfetta, a dicembre scorso, riposa nel cimitero di Dakar in Senegal. Souba è tornato a casa. Così avevano chiesto i suoi familiari. Così è stato fatto. Ad occuparsi delle spese per il trasferimento della salma è stato il Comune di Molfetta. L’iter è stato interamente seguito dallo staff del settore socialità che ha provveduto ad ogni cosa con la collaborazione, preziosa, dell’Associazione Dioubo senegalesi di Bari e Provincia.

Come si ricorderà Souba Balbe era arrivato in Italia qualche anno fa e, fino alla maggiore età, era stato ospite di alcune comunità. Poi, diventato maggiorenne, aveva vissuto in autonomia condividendo l’appartamento con un suo connazionale. A dicembre scorso la tragedia. Souba si sente male e muore tra le braccia del suo coinquilino. Il ragazzo in Italia non ha parenti. Di qui la decisione di rimpatriarlo con l’intervento del Comune, fondamentale, e la collaborazione dell’Associazione Dioubo.

«In qualche modo – commenta il Sindaco, Tommaso Minervini - abbiamo voluto accompagnare questo giovane e sfortunato amico nel suo viaggio di ritorno a casa, così da consentire ai suoi cari di stargli vicino».

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet