Recupero Password
La protesta di una lettrice di “Quindici”: Molfetta sempre più sporca e amministrazione assente. Niente sanzioni e, senza guardie, i topi (in tutti i sensi) ballano! L’esempio positivo del sindaco di Bari Decaro
Il sindaco di Bari Decaro rovista nelle buste di immondizia
25 maggio 2018

MOLFETTA – Una lettrice scrive a “Quindici” per denunciare come Molfetta sia sempre più sporca e ancora peggio, la situazione sia ormai accettata dall’amministrazione comunale.

«Caro Direttore, lo so che quasi ogni giorno pubblicate lettere e articoli di denuncia della città sempre più sporca e dei cittadini incivili, ma credo che insistere sia importante soprattutto perché, nonostante le denunce, il sindaco e l’amministrazione comunale di Molfetta fanno finta di nulla. “Tanto si stancheranno”, sembrano ripetere.

In assenza di controlli e sanzioni, i topi (in questo caso, il riferimento è anche agli animaletti) ballano!

Qualche giorno fa sono venuti a trovarci alcuni amici che vivono a Firenze e sono rimasti disgustati dalla sporcizia e dalle buche. Non sapevo quale giustificazione dare e quando ho provato a dire che è colpa dell’amministrazione che ci governa, la risposta è stata pronta: “Voi li avete votati, e ora ve li tenete. Noi quando votiamo siamo più attenti. Ci dispiace per voi!”.

Mi sono sentita umiliata e ho preferito tacere, vergognandomi dello stato in cui è ridotta la mia città (le allego la foto delle buste dell’immondizia che ormai vengono depositate la sera al posto dei mastelli e nessuno sanziona: un andazzo tipico di chi non ha coraggio per amministrare e preferisce tirare a campare).

Perché nessuno fa nulla? Come tutti i politici, anche i nostri si riempiono la bocca in campagna elettorale (e noi fessi che li votiamo, come dice la mia amica) e poi una volta incassato il voto, si disinteressano della città per preoccuparsi più dei loro problemi politici. E, mi fermo qui…».

Ringraziamo la signora per la sua lettera, che, come ella stessa dice non denuncia nulla di nuovo. Ma siamo d’accordo con lei che occorre continuare a denunciare, proprio per combattere la filosofia dell’amministrazione di destracentro di ignorare le proteste e andare avanti, comunque lo stipendio lo prendono ugualmente sia se fanno bene, sia se fanno male e perfino se non fanno nulla.

Pubblichiamo una foto del sindaco di Bari Antonio Decaro che si ferma per strada e apre i sacchetti della spazzatura per individuare il cittadino zozzone e sanzionarlo.

Dovrebbe essere un esempio per il sindaco Tommaso Minervini che, in tulla la sua ormai conclamata esperienza, non ha mai provato a fare una cosa del genere: è sempre nel suo ufficio a studiare i problemi. Ma studiare non basta, occorre agire.

Dove sono le fototrappole? Ne abbiamo vista una sola pubblicata pochi giorni dopo il suo insediamento e poi… è vissuto di rendita. Meglio non disturbare gli incivili. Evidentemente sono quelli i suoi elettori. Noi non lo crediamo, ma forse lo crede lui e tutta la sua immobile giunta che su questo fronte della pulizia, come su quello delle buche, è assolutamente latitante.

Cosa fa il presidente dell’Asm Paparella oltre a prendere lo stipendio? Cosa fanno gli agenti della polizia municipale, ora che il corpo si è rinforzato con altre 11 unità?

Una cosa è certa: la città è sempre sporca e di sanzioni nemmeno l’ombra.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""



Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet