Recupero Password
La missione dei volontari dell’AVIS negli istituti scolastici di Molfetta
Andrea Scardigno e Tania Magarelli volontari AVIS
19 ottobre 2018

 MOLFETTA - Il calo delle donazioni di sangue in Italia ha preoccupato molto le singole realtà che operano in ambito sanitario, tanto da portare due volontari dell’AVIS di Molfetta a recarsi negli istituti scolastici al fine di informare i giovani in merito. 

La missione di Andrea Scardigno e Tania Magarelli ha avuto inizio presso il Liceo Classico “Leonardo Da Vinci” di Molfetta, dove le terze liceali sono state coinvolte non solo dal punto di vista scientifico, ma soprattutto da quello etico e da quello umano. 

A rendere carico di significato l’incontro è stato sicuramente il racconto di casi quotidiani, di storie reali che avvicinassero gli studenti a conoscere il bisogno vigente di donatori di sangue. La storia di Giulia, che purtroppo non ce l’ha fatta, la storia di Ilaria, invece a lieto fine e poi la storia più toccante, di cui la stessa Tania si è fatta portavoce.

«Io ho donato il sangue a mio fratello. Purtroppo non gli ho salvato la vita, ma sono riuscita a regalargli otto anni pieni speranze per lui molto significative. É riuscito a laurearsi e ad avere delle soddisfazioni personali».

Sono queste le esperienze che insegnano che non sempre, purtroppo, c’è coincidenza tra la donazione di sangue e il salvataggio di una vita umana ma che non per questo bisogna evitare di interessarsi a donare il proprio sangue. Perché un donatore non è certo un supereroe, però può avere il superpotere di rendere felice chi soffre regalandogli anche solo del tempo in più.

Ad esser di più non è solo la speranza da regalare, ma anche l’informazione sul tema: con tale consapevolezza si sono mossi i volontari dell’AVIS, precisando i requisiti del donatore ideale relativamente alla fascia d’età, compresa tra i 18 e i 25 anni, al peso, non inferiore ai 50 kg, allo stato di salute e indicando gli orari del centro trasfusionale di Molfetta, aperto dal lunedì al sabato dalle ore 7.30 alle ore 11 e una volta al mese di domenica.

L’invito di Andrea è stato a “non aver paura” e soprattutto a soddisfare qualsiasi tipo di dubbio attraverso domande per cui è possibile consultare il sito www.avismolfetta.it

Un video in chiave ironica ha concluso l’esperienza, che ha visto non solo giovani più consapevoli, ma anche possibili donatori di sangue.

 

Autore: Sara Fiumefreddo
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet