Recupero Password
La città smart in degrado: a Molfetta dimenticano anche gli ascensori comunali impedendo ad anziani e disabili di attraversare la ferrovia
25 gennaio 2021

MOLFETTA – La città smart dimentica gli ascensori e costringe anziani e disabili di attraversare la ferrovia per passare dall’altra parte di Molfetta. Ma poi si imbarcano nell’amministrazione personaggi che dicono di difendere i diritti dei disabili. Una città presa in giro con una campagna elettorale perenne (come i cantieri).

«Si tratta dell’ascensore del sovrappasso che collega Rione Paradiso con il Quartiere San Giuseppe, guasto da mesi e mai più aggiustato che impedisce ad anziani e disabili non muniti di auto di raggiungere figli e parenti dall’altra parte della Città oltre la Ferrovia. Assurdo tutto ciò. E qui continuano a perdere tempo a litigare a chi assegnare poltrone».

La denuncia è di Michele Natalicchio e dovrebbe far riflettere i cittadini bombardati dalle chiacchiere dell’amministrazione comunale e del sindaco che si illude di avere una città efficiente, ma resta chiuso nella sua stanza e non va in giro a scoprire questa disfunzioni.

Importante è dividersi le poltrone, litigare per chi entra e chi esce dall’amministrazione comunale e lasciare i cantieri perenni sui quali sta indagando anche la magistratura e sono costati la testa di un assessore.

«Ma a Molfetta si stanno realizzando opere che nessuno ha mai fatto in 70 anni»: meno male che Tommaso c’è.

© Riproduzione riservata

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet