Recupero Password
La Caritas della Diocesi di Molfetta: sosteniamo l’Albania colpita dal terremoto
10 marzo 2020

 MOLFETTA - “Quaresima di Carità”, questo è il titolo scelto dalla Caritas della Diocesi di Molfetta – Ruvo – Giovinazzo – Terlizzi per sensibilizzare la Chiesa diocesana e la comunità tutta al sostegno dei fratelli dell’Albania colpiti dal terremoto in un tempo propizio come quello Quaresimale. Sin da subito, infatti, Caritas Italiana si è attivata sul territorio al fianco di Caritas Albania per l'avvio di interventi d'urgenza e supporto alla popolazione in 35 tra villaggi e città in favore di 5.500 persone.

Sebbene, però, sia passato del tempo dalla notte tra il 25 e il 26 novembre dello scorso anno, la forte scossa di terremoto che ha colpito l’Albania, e in particolare le città di Durazzo e Thumane, porta con sé ancora numerose conseguenze. Le sfide che la Caritas Albania, seconda ONG più attiva nel Paese nella risposta post sisma, invita a cogliere sono legate alla mancanza di informazioni e alla confusione nel ruolo della struttura statale, oltre che al numero di sfollati superiore rispetto ai dati ufficiali e alla tensione nei confronti delle autorità locali in diverse zone del Paese.

La Caritas della Diocesi di Molfetta – Ruvo – Giovinazzo – Terlizzi, non dimenticandosi dei fratelli oltremare ancora in seria difficoltà, invita a una riflessione profonda e ad avviare un sostegno concreto per la ripresa completa della popolazione albanese colpita dal terremoto.

Gli ambiti di intervento proposti da Caritas Albania sui quali è possibile agire concretamente sono diversi: dalla ricostruzione delle case e/o spazi comunitari, all’animazione e al supporto psicosociale, fino alla prevenzione del rischio. La Caritas diocesana ha deciso di sposare in modo particolare l’intervento di supporto psicosociale che non è un intervento sul trauma, ma un lavoro di ricostruzione dei legami e sulla resilienza delle persone e delle comunità anche tramite dei centri di ascolto attivati sul luogo. Una delle maggiori necessità, in tutte le comunità colpite dal terremoto, è proprio il sostegno psicologico, in quanto è indispensabile aiutare le persone a superare lo stress del terremoto e a far fronte al loro nuovo stato di disagio.

Per poter aiutare realmente i villaggi più periferici raggiunti da Caritas Albania, il Vescovo invita la Comunità tutta a devolvere le offerte di Quaresima ai fratelli albanesi in difficoltà e ringrazia quanti vorranno offrire un loro contributo perché “Insieme possiamo fare grandi cose” (Madre Teresa di Calcutta). Per le offerte è possibile rivolgersi nelle parrocchie della Diocesi o effettuare direttamente un versamento sul conto Diocesi di Molfetta – Ruvo - Giovinazzo - Terlizzi iban. IT35X07601 04 0000 00020 878708 con causale: Terremoto Albania.

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet