Recupero Password
L’Unione consumatori in difesa di correntisti e azionisti della Banca Popolare di Bari
L'avv. Antonio Calvani
18 dicembre 2019

 BARI - “Il decreto varato dal Governo per il salvataggio della Banca Popolare di Bari rappresenta certamente una buona notizia dal momento che consente di evitare il bail in o la liquidazione coatta amministrativa della società, ma non può bastare”.

Con queste parole l’Avv. Antonio Calvani, delegato per l’Unione Nazionale Consumatori Puglia a seguire il tema delle crisi bancarie, commenta gli sviluppi legati al commissariamento della BpB.

“Sul tavolo – prosegue l’Avv. Calvani –, infatti, resta il problema della tutela dei piccoli risparmiatori, azionisti e obbligazionisti, che nel corso degli anni sono stati indotti a sottoscrivere, molto spesso del tutto inconsapevolmente, prodotti finanziari ad alto rischio in violazione delle norme in materia di trasparenza e correttezza informativa. Si tratta di una platea di oltre 70.000 persone che corrono il rischio di perdere tutti i loro risparmi dal momento che il valore dei titoli posseduti si è progressivamente ridotto, senza che vi sia stata per loro, in questi anni, la possibilità di venderli e di ritornare in possesso dei propri soldi, accumulati, magari, in una vita di sacrifici e di lavoro. Su questo tema non abbiamo ancora ascoltato risposte convincenti da parte del Governo e per questo l’Unione Nazionale Consumatori della Puglia, con le altre associazioni, ha chiesto formalmente, in queste ore, un incontro urgente ai commissari nominati da Banca d’Italia per comprendere quali siano le loro intenzioni a questo riguardo”.

“E’ indispensabile – spiega l’Avv. Calvani – che venga messa in campo un’azione seria e concreta di tutela del risparmio e dei risparmiatori (azionisti e obbligazionisti) che rischiano di essere gli agnelli sacrificali di tutta questa operazione, esattamente come è stato fatto per gli azionisti delle banche venete. Non vorremmo che gli azionisti della BpB vengano considerati “risparmiatori di serie B”.

Ma l’Avv. Calvani invita anche a mantenere la calma e a non lasciarsi prendere dalla frenesia.

“Mi giungono notizie di sportelli della Banca Popolare di Bari presi letteralmente d’assalto in queste ore da clienti molto preoccupati per il destino dei loro risparmi. Comprendo l’apprensione dovuta anche alla bufera mediatica su questo argomento, ma bisogna chiarire, per evitare qualunque inutile allarmismo, che i correntisti della BpB non corrono (almeno al momento) alcun pericolo dal momento che l’operatività della banca prosegue senza particolari scossoni con la gestione commissariale e, quindi, i depositi sui conti correnti sono assolutamente al sicuro. A questo riguardo non c’è motivo di temere neanche per il servizio di tesoreria del Comune di Molfetta che (come per molti altri comuni soprattutto nel barese) è gestito proprio dalla Banca Popolare di Bari. Ovviamente è giusto monitorare con attenzione la questione e le dichiarazioni del Sindaco Tommaso Minervini, pubblicate a questo riguardo da alcuni organi di informazione, sono molto sagge e condivisibili”.

“Il nodo più complesso – conclude l’Avv. Calvani – resta quello degli azionisti che se non vogliono davvero perdere tutti i loro risparmi, restando con un pugno di mosche in mano, devono agire presto, in prima persona, per far riconoscere (in sede giudiziale o arbitrale) che i loro titoli sono stati collocati in modo non conforme a quanto prevede la normativa in materia. Noi dell’Unione Nazionale Consumatori, come sempre, siamo e saremo al loro fianco”.

 Per info: https://www.facebook.com/consumatorefelice/ ; e.mail: info@consumatorifelici.it ; sito: www.consumatorifelici.it

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet