Recupero Password
L’impegno dei Giovani Democratici di Molfetta si limita a sollecitare la riapertura delle sale di consultazione della biblioteca
L'ex palazzo tributi
02 luglio 2020

MOLFETTA – I Giovani Democratici del Pd di Molfetta e l’assessore alle attività produttive Gabriella Azzollini hanno annunciato insieme la riapertura al pubblico, da domani 3 luglio, delle sale di consultazione dell’ex Palazzo dei tributi a Corso Dante.

Le sale dipendono dalla Biblioteca comunale, ancora chiusa per lavori.

Ma la notizia è un’altra, di natura politica, se così si può chiamare il legame di dipendenza da un personaggio politico, quale Piero de Nicolo, sia dei Giovani Democratici che dell’assessore Azzollini, della quale non si ricordano grandi iniziative amministrative, se non quelle di fare da "capostazione" dei contributi regionali che passano dal suo assessorato. I buoni rapporti con il presidente della Regione Emiliano, hanno permesso che molti contributi fossero erogati alla nostra città. E questo è un fatto.

In pratica, con questo comunicato congiunto, i Giovani Democratici hanno firmato le dichiarazioni dell’ex segretario del Pd Erika Cormio aveva detto a “Quindici” sulla mancanza di autonomia dei giovani del partito, uno dei motivi che l’ha fatta rinunciare all’incarico, sostenendo che il partito era etero diretto (dallo stesso De Nicolo).

La riapertura delle sale di consultazione, che i GD, nei loro comunicati stampa, hanno sbandierato come un successo, è poca cosa per chi vuole rappresentare il futuro del Pd, ma è privo di autonomia e non riesce a produrre iniziative di livello per la città. E poi non va dimenticato che il Pd non esiste più: è solo una lista civica al servizio del sindaco ombra e delle sue liste civiche "Noi" pronte a mettersi a disposizione della situazione politica più conveniente, cambiando casacca con grande spregiudicatezza, dopo aver tradito l'ex sindaco sen. Antonio Azzollini. E oggi sono pronte e atornare a destra, tradendo lo stesso Emiliano.

Sarà interessante capire come si schiereranno i GD al momento in cui il sindaco ombra, Saverio Tammacco, non sarà più candidato alla Regione per il centrosinistra (come “Quindici” ha anticipato alcuni giorni fa), ma a sostegno di Raffaele Fitto e del centrodestra, mettendo a rischio anche l'amministrazione comunale.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet