Recupero Password
Inchiesta sul lavoro e i centri per l’impiego, interviste ai due nuovi assessori Panunzio e Ancona e ai 5 Stelle già pronti al voto anticipato, nel nuovo numero della rivista mensile “Quindici” in edicola
18 novembre 2018

MOLFETTA – E’ in edicola a Molfetta, con la bella copertina di Mauro Germinario, il nuovo numero della rivista mensile “Quindici”, che propone approfondimenti e contenuti diversi che non trovate sul quotidiano “Quindici on line” a cominciare dall’editoriale del direttore Felice de Sanctis “Stampa sotto attacco, libertà in pericolo”.

In primo piano questo mese l’INCHIESTA LAVORO. A Molfetta Centro per l’impiego costoso e inutile. Lunghe liste di attesa, ma nessuna chiamata. Io disoccupata delusa. Un operatore del Centro confessa: ufficio inutile e aggiunge: non servono laureati, ma artigiani. Il lavoro? Meglio cercarlo attraverso parenti e amici. Un’inchiesta interessante con articoli e interviste di Daniela Bufo, Sara Fiumefreddo e Sara Mitoli per capire dove va il mercato del lavoro.

Sempre in tema di lavoro Sara Fiumefreddo si occupa del mondo dell’estetica, delle scuole di formazione e dei possibili sbocchi occupazionali.

L’esodo dei giovani del Sud, fenomeno preoccupante e le dinamiche dello sviluppo nel territorio di Molfetta con la carenza di lavoro, sono stati sviluppati dal vice presidente di Exprivia ing. Dante Altomare in un convegno al Rotary di Molfetta. Ce ne parla Angelica Vecchio.

Due nuovi assessori nella giunta Minervini. Angela Panunzio con delega alle politiche giovanili e comunità estere nell’intervista a Sara Fiumefreddo dichiara: Il sindaco Minervini paternalista? No, è una guida per tutti.

Isabella de Bari, invece, intervista il nuovo assessore alla sicurezza, polizia locale, commercio e marketing territoriale Antonio Ancona che ha preso il posto del dimissionario Pasquale Mancini e che si propone di riorganizzare i vigili urbani e i mercati e si dice sicuro che questa amministrazione non lascerà debiti.

Dedicata all’ex assessore Pasquale Mancini la vignetta del nostro Michelangelo Manente.

Sempre nelle pagine di politica, Sara Fiumefreddo ha intervistato due esponenti del Movimento 5 Stelle, dopo la riunificazione a Molfetta e l’obiettivo di tornare al voto al Comune prima possibile.

 “Quindici” fa chiarezza sul nome dell’area su cui sono collocati gli uffici comunali: non si chiama “Lama Scotella”, ma “La Mascotella” secondo documenti storici: se ne occupa Gennaro Gadaleta.

Torna il premio scuola del Rotary che dona riconoscimenti agli studenti migliori delle scuole superiori di Molfetta, Giovinazzo, Terlizzi e Ruvo: ce lo racconta Sara Mitoli, che si occupa anche della bella serata con Enzo Garinei alla Cittadella degli Artisti e dei suoi 70 anni di teatro.

Questo mese “Quindici” ospita la bella storia di Giovanna Murolo, un’artigiana oggi quasi novantenne che ha parlato della sua vita e del suo lavoro a Beatrice Trogu.

I 100 anni della fine della Grande Guerra è l’argomento dell’articolo di Antonella Tatulli che ha seguito anche il convegno e la mostra delle associazioni combattentistiche di Molfetta.

Eseguito anche a Molfetta il concerto “Ai tremendamente vivi” ispirato al pensiero di don Tonino Bello dall’ensemble cameristica Apulia Classic Orchestra diretta dal M° Giovanni Pellegrini e commentata da Davide Rondoni: un bell’articolo di Paolo Gadaleta.

Corrado Pappagallo continua la sua ricerca storica sulla nascita di Corso Umberto e della piazza della Stazione.

Questi alcuni degli altri argomenti presenti nella rivista: il premio ottenuto dall’Itet al concorso internazionale “Amico Rom”; Heidegger all’Università di Genova e un riferimento al ’68 di Ignazio Pansini; La Master Class della Maestro Mariozzi all’accademia Wagner di Gianni Antonio Palumbo; i concerti di violini di alto livello (Dego e Manara) alla Fondazione Valente; l’inaugurazione dell’atelier creativo al Comprensivo Manzoni-Poli; un ricordo di Aldo Capitini “Vagabondando fra i libri” di Liliana Gadaleta Minervini; l’esperienza dei volontari dell’Avis e quella del volontariato Sve dell’Erasmus Plus di Sara Fiumefreddo; Il ricordo di alcuni personaggi scomparsi: Ottavia Calò, donna straordinaria scritto da Nicoletta de Palma Colonna; Lello La Ghezza: tu sei il mio amico carissimo di Annalisa Altomare e infine Nino Samarelli che è stato tra i protagonisti della nascita di “Quindici” 25 anni fa.

Ancora: il nuovo premio per Antonio d’Elia e il suo libro per ragazzi “Fulvio e il libro magico”; il culto di San Gerardo nella parrocchia del Sacro Cuore di Gesù raccontato da mons. Francesco Gadaleta all’Aneb; Rosa Ayroldi ottiene una borsa di studio per l’Amda di New York.
Un prestigioso riconoscimento al Maestro Riccardo Muti: il Praemium Imperiale giapponese.

Nelle pagine sportive la vittoria della Polisportiva Libertas Campione d’Italia di lotta greco-romana e i primi successi della nuova stagione della pallavolo femminile con l’Asdam Pegaso’93. Infine l’attesa ricetta mensile di Nicola Modugno del Ristorante Bistrot.

“Quindici” quello che gli altri non dicono”.

Insomma, il numero in edicola, come sempre, si presenta ricco di contenuti e temi interessanti con tanti nuovi argomenti che vi terranno compagnia nelle serate invernali per un mese di piacevole lettura, con approfondimenti che spaziano dalla cronaca alla politica, dall'economia all'attualità, dalla cultura allo sport.

“Quindici” giornalismo di verità e qualità. “Quindici”: la rivista che si sceglie in edicola.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2018
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet