Recupero Password
Inaugurata la mostra "Volti e suggestioni della settimana santa" a Molfetta
19 marzo 2018

MOLFETTA – La settimana santa molfettese vista attraverso gli occhi di due giovani donne che, con le loro fotografie, hanno colto dettagli e atmosfere che connotano le processioni del venerdì e del sabato santo: questo è il tema della mostra “Volti e suggestioni della settimana santa” allestita nella chiesa della Morte, con il patrocinio dell'omonima Arciconfraternita e del Comune di Molfetta.

L'esposizione, inaugurata lo scorso sabato, propone una sorta di dialogo tra le immagini immortalate da Marina Pignatelli e i dettagli catturati da Maria Cappelluti.

A inaugurare la mostra il sindaco Tommaso Minervini, il quale si è detto particolarmente lieto di essere tornato nella chiesa che venne riaperta al pubblico proprio durante il suo precedente mandato, dopo i restauri finanziati dal Comune.

Come ha ricordato il Sindaco, la chiesa, di proprietà dell'Arciconfraternita della Morte, necessitava di restauri. L'amministrazione comunale se ne assunse gli oneri, pur lasciando la proprietà del sito al sodalizio religioso. In cambio ne ottenne la fruibilità ma «nel periodo pasquale – ha precisato Tommaso Minervini – ritorna nella piena disponibilità dell'Arciconfraternita. E torno molto volentieri in questo luogo a vedere questa esposizione che mostra innanzitutto la bellezza delle nostre statue... Devo ringraziare le due giovani fotografe per averci regalato questa emozione».

Non si tratta semplicemente di tradizioni bensì, come ha affermato il Sindaco, «hanno qualcosa di sociologico, di fede che deve essere ancora interpretato» se si considera che migliaia di persone di ogni ceto sociale (e aggiungeremmo di ogni età) della nostra città, vivono questo periodo in maniera particolare.

Il primo cittadino ha proposto alle autrici di selezionare alcune immagini per realizzare una pubblicazione che consenta di ricordare questa mostra anche dopo la sua conclusione.

Di grande emozione suscitata dai suggestivi scatti proposti dalle due fotoamatrici ha parlato anche Onofrio Sgherza, priore dell'Arciconfraternita, il quale ha accettato di buon grado di collaborare alla realizzazione di una eventuale pubblicazione.

«Prepariamoci a vivere questa Pasqua in maniera ancor più particolare» ha aggiunto il Sindaco, ricordando i 25 anni dalla scomparsa di don Tonino Bello e l'imminente visita di Papa Francesco.

«È la prima volta nella storia della città che viene un Papa. Ci saranno dei disagi da vivere il 19 e il 20 ma prevale la gioia della festa e dell'accoglienza» ha concluso Tommaso Minervini, facendo appello ai cittadini, invitandoli alla collaborazione e a vivere le prossime settimane con «senso corale di comunità».

La mostra potrà essere visitata sino al 3 aprile.

@Riproduzione riservata

Autore: Isabella de Pinto
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet