Recupero Password
Il sindaco di Molfetta: "Vaccinare i lavoratori del mare è una priorità”
19 maggio 2021

MOLFETTA - Si è insediato venerdì 14 maggio il Tavolo di concertazione che chiede al Generale Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza COVID 19, per tramite del Governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, di considerare i marittimi, di bordo e di terra, quale categoria particolare da vaccinare quanto prima, soprattutto per il personale di bordo ovvero quello in procinto di imbarcarsi. A bordo si lavora in condizioni disagiate, forzatamente promiscue e per lunghi periodi di imbarco.

Al tavolo, voluto dal Sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini, e dal delegato del sindaco per la campagna vaccinale, il dott. Ottavio Balducci, hanno preso parte Franco Minervini (Assopesca), Maria Viniero (FlaiCgil Bari), Andrea Losito (Uila pesca Puglia), Giuseppe Raguseo (Uil trasporti Puglia) e Michele Jacono (Cgil Molfetta).

La richiesta è finalizzata a far rientrare i marittimi in una specifica categoria da vaccinare contro il COVID 19 utilizzando, in maniera prevalente, e laddove le condizioni di salute lo consentano, il vaccino della Janssen (Johnson & Johnson), questo a prescidere dal loro anno di nascita, in quanto per gli imbarcati è impossibile rispettare il turno di una seconda dose.

Questo anche in considerazione del fatto che, come hanno evidenziato le rappresentanze di categoria e dei sindacati, in molti casi le compagnie di navigazione e gli stessi armatori non possono imbarcare personale che non ha ancora completato il ciclo di vaccinazione.

Nel frattempo, proprio in considerazione delle particolari esigenze dei lavoratori del mare, presso l’hub vaccinale di Molfetta, già da domenica 16 maggio, ai marittimi viene inoculato il vaccino Johnson & Johnson, seguendo l’anno di nascita. Il che significa che, senza il riconoscimento dei lavoratori del mare come categoria prioritaria, molti giovani non potranno essere imbarcati, almeno per il momento.

«Il vaccino della Janssen – spiega il dottor Balducci - si presta molto bene ad una campagna vaccinale specifica per questa categoria di lavoratori del mare in quanto necessita di una sola dose, facile modalità di conservazione e somministrazione, coniugando così in modo ottimale le specifiche caratteristiche dei vaccinandi e dei vaccini. Ciò renderebbe più agevole l’avvio e l’attuazione della campagna vaccinale pro marittimi».

«Molti nostri concittadini e corregionali – il commento del Sindaco, Tommaso Minervini - appartengono a questa categoria di lavoratori. Pertanto crediamo fermamente che Molfetta, che ha contribuito per diverse generazioni e che continua a contribuire alla lunga tradizione dei lavoratori marittimi, in questo delicato momento si fa promotrice di una proposta a tutela del loro diritto alla salute, all’occupazione ed alla sicurezza sociale».

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet