Recupero Password
Il Sindaco di Molfetta, Minervini, commemora Carnicella: Gianni fu ucciso anche perché fu lasciato solo
Il sindaco Minervini commemora Carnicella
08 luglio 2021

MOLFETTA - «E’ giusta e doverosa la riflessione che, annualmente, facciamo. E non per una stanca liturgia dovuta perché necessario». E’ con queste parole che il sindaco, Tommaso Minervini, ha aperto il suo intervento alla cerimonia di commemorazione di Gianni Carnicella, il sindaco ucciso 29 anni fa.

«Gianni al discorso di insediamento disse “Voglio rappresentare il prestigio sostanziale dell’ente con le opere non con il clamore”, e – ha continuato Minervini, fermo, nel punto esatto in cui Carnicella si accasciò attinto da un colpo di fucile a canne mozze - in quel prestigio sostanziale c’era tutta una cultura che spesso oggi dimentichiamo o strumentalizziamo. Gianni fu ucciso anche perché fu lasciato solo».

E ancora. «Quest’anno – ha aggiunto il Primo cittadino - ancor più c’è una profonda riflessione che non può essere strumentalizzazione, ma riflessione profonda, intima, individuale e collettiva dell’insegnamento e di un comportamento che ha portato all’uccisione di Carnicella, sia da parte di chi rappresentava la città in quel momento, sia dalla parte di quel substrato della città che provocò quell’omicidio.
Questa del 29° anno è una riflessione che mi sento di fare e affido alle coscienze di ciascuno di voi e dell’intera città. Una riflessione sincera, senza strumentalizzazione, senza il clamore così come Gianni avrebbe voluto».

«E’ un anno particolare e – ha concluso Minervini - credo che ancor di più quest’anno dobbiamo tutti, a partire da me, fare delle riflessioni profonde su cosa significa servire una città con gli atti, senza clamore, nel silenzio e nella consapevolezza delle proprie coscienze. Ma oltre alle coscienze individuali deve nascere e maturare una coscienza collettiva che non può essere di odio perché l’odio genera altro odio».

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet