Recupero Password
Il pasticcio delle piste ciclabili a Molfetta e gli scandali della nuova zona artigianale a rischio idraulico e della Sanb (gestione rifiuti) nell’ultimo numero della rivista mensile “Quindici” in edicola
La copertina di Mauro Germinario
19 ottobre 2019

 MOLFETTA – Tutto sulle piste ciclabili (progetto, realizzazione, criticità, costi, errori, interviste ai cittadini, possibili rischi ed incidenti) sul numero della rivista mensile “Quindici” in edicola da oltre una settimana. All’approfondimento di un argomento che non trovate sul quotidiano “Quindici on line”, abbiamo dedicato ben 8 pagine della rivista, raccogliendo più critiche che consensi su un progetto che è stato impostato male e realizzato peggio.

Il rischio è un grande flop e la possibilità di incidenti che coinvolgono i ciclisti nell’attraversamento degli incroci. Ma non vogliamo togliervi la curiosità di leggere gli articoli dell’ultimo pasticcio dell’amministrazione di destracentro “ciambotto” di Tommaso Minervini, affidati all’assessore “cantiere perenne” Mariano Caputo, tante incompiute, tanto spreco di denaro pubblico per opere inutili, dimenticando le urgenze della città. Il motto di quest’amministrazione è “apparire” non “essere”.

Alle piste ciclabili è dedicata anche la copertina del nostro fotografo Mauro Germinario e la vignetta del nostro Michelangelo Manente “Un uomo solo in pista”.

Parliamo della mega velostazione per 200 bici, che diventeranno 600 in prospettiva, eliminando posti auto per bici che non utilizzerà nessuno. Ma il progetto serve solo per avere soldi pubblici. L’articolo è di Isabella de Pinto, mentre Chiara Gadaleta, una new entry di “Quindici”, ci parla del fattore S (sicurezza) e intervista un esperto Filippo Tito proprio sui posti bici della velostazione. Vincenza Amato, Sara Mitoli, Sara Fiumefreddo e Isabella de Pinto hanno intervistato i cittadini per conoscere il loro parere sulle piste ciclabili.

Infine abbiamo chiesto all’ex sindaco Paolo Natalicchio, oggi consigliere comunale dell’opposizione di sinistra, di parlarci del problema, in quanto il progetto è della giunta di centrosinistra da lei presieduta. Anche la Natalicchio è molto critica su come si sta realizzando quel progetto e soprattutto sulla mega velostazione, che sarà un monumento all’inefficienza amministrativa.

L’editoriale del direttore Felice de Sanctis (“I rifiuti della discordia”) parla dell’ultimo scandaloso episodio della ricapitalizzazione della Sanb (servizi ambientali nord barese) una società già fallita e in liquidazione e rimessa in vita dall’amministrazione comunale su ordine del governatore Emiliano. Si scrive Sanb, scrive il direttore di “Quindici”, ma si legge pasticcio politico sulla gestione dei rifiuti.

Da Molfetta all’Argentina per promuovere la Puglia con la realtà virtuale: vi presentiamo un progetto della Regione Puglia portato avanti da due giovani start up, MoreView (agenzia di comunicazione di Molfetta) e Cozinha Nomade, che hanno partecipato alla Fiera Internazionale del Turismo di Buenos Aires portando un’innovativa esperienza multisensoriale che combina video di realtà virtuale a degustazioni gastronomiche. L’iniziativa è stata sostenuta oltre che dalla Regione anche dall’Associazione “Molfettesi nel mondo”.

Nelle pagine di politica, Gianni Porta di Rifondazione, consigliere dell’opposizione di sinistra, ci parla dell’ultimo grande bluff pericoloso dell’amministrazione Minervini: Fotti e chiagni per ingannare i cittadini e giocare col rischio idraulico nella nuova zona Pip. In pratica, le nuove aziende che andranno ad insediarsi in quest’area e sulle lame, rischiano di essere travolte dall’acqua nel caso di alluvione. Un progetto scellerato.

Sullo stesso argomento abbiamo un altro articolo importante. Dopo le battaglie di Guglielmo Facchini, un medico ambientalista, che si batte contro le irregolarità del porto e della nuova zona artigianale, ignoti hanno bruciato gli alberi di un suo fondo agricolo. L’ennesima minaccia dopo quelle precedenti. E’ lo stesso Facchini a raccontare a “Quindici” quest’azione mafiosa perpetrata a Molfetta in contrada Cagnara. Le opere di mitigazione idraulica progettate dall’amministrazione e bocciate dall’autorità di bacino per il rischio idraulico, sono state oggetto di critiche da parte di Facchini (portavoce dei proprietari dei suoli) e questo, evidentemente, non piace a qualche politico. Un argomento scottante, da non perdere. “Quindici”, quello che gli altri non dicono.

Scherziamoci su, con la satira in latino maccheronico di Petrus Caput Hurso, questa volta ci parla degli immortalis.

In attesa della realizzazione della piscina comunale, Vincenza Amato, vi presenta il progetto con le foto del rendering che dà l’idea di come verrà ristrutturata l’area della piscina oggi abbandonata e devastata dai vandali.

Bellissime e da non perdere le pagine con le foto dell’altra Fiera della Madonna dei Martiri, non le solite immagini trite e ritrite che pubblicano altri, ma una fiera diversa con la gente comune, la festa patronale raccontata con le immagini di Mauto Germinario, quelle che gli altri non pubblicano.

Nelle pagine della cultura Ignazio Pansini racconta la storia di un galeone naufragato nel 1586, mentre Marco Ignazio de Santis ci propone l’articolo “Un impegno lungo 35 anni”, recensione dell’ultimo libro di Felice de Sanctis, “Prima pagina e dintorni”, che sarà presentato al Rotary Club venerdì 25 ottobre all’Hotel Garden (alle ore 19.30) dall’ex direttore della “Gazzetta del Mezzogiorno” Lino Patruno e che parla dell’Italia, un Paese che non cambia, mentre il mondo va avanti, attraverso gli editoriali e gli articoli di fondo pubblicati dallo stesso Felice de Sanctis, giornalista economico, sulla prima pagina della “Gazzetta”.

Gianni Antonio Palumbo è l’autore di interessanti articoli culturali: Uomini e vicende di un Comune della Terra di Bari (recensione del libro di Pasquale Modugno e Lazzaro La Forgia sulla storia di Molfetta); successo ella mostra personale di Michele Paloscia alla Sala dei Templari e di Natale Addamiano nelle grotte di Castellana; La magia del bel canto, nel concerto del soprano Luisella de Pietro, del tenore Leonardo Gramegna e del Maestro Vincenzo Rana al pianoforte.

Questi alcuni degli altri argomenti che arricchiscono la rivista in edicola: Continua la storia dei palazzi di Corso Umberto raccontata da Corrado Pappagallo; la recensione del libro di Onofrio Losito “Tempo di aratura” di Daniela Bufo; Paolo Gadaleta scrive sulla Traviata eseguita dall’Alter Chorus a Ceglie Messapica; Sara Fiumefreddo ci parla del suo incontro con la redazione del giornale della scuola media Poli; Sara Mitoli ha intervistato due ragazze protagoniste dello scambio internazionale dei giovani a cura del Rotary Club di Molfetta; Daniela Bufo scrive sullo spettacolo realizzato da Teatrarte: “Don’t stop me now”, musical con le canzoni dei Queen; Vincenza Amato propone il Premio Rotary scuola assegnato ai migliori diplomati delle scuole di Molfetta, Terlizzi, Ruvo e Giovinazzo, con i nomi di tutti i 30 studenti; del musical “I have a dream. Mamma mia! Che caos!” scrive Sara Fiumefreddo; infine Daniela Bufo ci spiega come utilizzare i pagamenti con l’internet banking.

“Quindici” quello che gli altri non dicono e che non trovate sul quotidiano “Quindici on line” ma solo sulla rivista mensile: correte ad acquistarla in edicola: non ve ne pentirete. Un prodotto di qualità, senza confronti, per un pubblico di eccellenza.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet