Recupero Password
Il kpop arriva a Molfetta: sale piene per il film evento “BTS World Tour: Love Yourself in Seoul”
19 febbraio 2019

 MOLFETTA - Chi l’avrebbe mai detto che un film proiettato un solo giorno a Molfetta avrebbe raggiunto un numero così elevato di biglietti venduti e sarebbe riuscito a superare addirittura uno dei film più famosi al mondo come Titanic.

È accaduto proprio questo, ovviamente, non sono in Italia: “BTS World Tour: Love Yourself in Seoul” è entrato a far parte dei record mondiali del cinema con il titolo di film più visto in 95 paesi in 3.800 teatri, lasciando al secondo posto il celebre film diretto da James Cameron con i suoi 3.500 teatri.

Paradossalmente ai risultati che il film ha ottenuto, molti non sanno nemmeno chi siano i BTS o cosa sia il kpop, ma è lecito non essere a conoscenza di un genere musicale che viene da così lontano, dalla Corea del Sud precisamente, infatti la lettera “k” davanti alla parola pop sta per “Korean”, il nome completo di questo genere “alternativo” è quindi Korean Pop: musica pop sud-coreana.

Qualcuno potrebbe chiedersi: “Cosa avranno di diverso le canzoni o i cantanti rispetto ai cantanti americani o italiani?” la risposta a questa domanda è: tutto. La prima differenza che tutti noterebbero è ovviamente la lingua che non è italiano, inglese o spagnolo, ma proprio il coreano. I cantanti hanno caratteristiche molto diverse dai cantanti ai quali siamo abituati: occhi a mandorla, visi da bambole di porcellana, capelli colorati, coreografie spettacolari dalla sincronia perfetta, vocalist con voci angeliche, ma anche rapper da non sottovalutare e soprattutto testi e parole con significati forti e profondi, che si intrecciano tra di loro come lunghe poesie, a volte anche difficili da comprendere a pieno. Insomma, è un genere che non ha nulla a che fare con il genere trap che si sta diffondendo altrettanto velocemente in Italia (sottogenere musicale dell’hiphop), genere al quale però, nessuno ha ancora dedicato un film che potesse fare sold out nei cinema. Questi ultimi, sono stati “invasi” dalle fan della band sud-coreana dei BTS, formata da sette ragazzi giovani e talentuosi che sono al momento impegnati nel loro Tour Mondiale iniziato ad agosto dell’anno passato e che terminerà ad aprile (48 concerti tutti sold out in stadi come Staples Center di Los Angeles o Citi Field di New York).

Il film-concerto che è sbarcato nei cinema, per la prima volta ha dato la possibilità alle fan dei sette ragazzi (il nome per indicare le fan è army) che non hanno avuto la possibilità di partecipare a un concerto e vedere le coreografie o sentire le voci dal vivo, di provare un’emozione che possa avvicinarsi a un vero concerto, in quanto sono stati proiettati sui grandi schermi i ragazzi cantare e ballare durante il mega concerto a Seoul, nell’Olympic Stadium della capitale della Corea del Sud.

A Molfetta, così come tutti i cinema dove il film è stato proiettato erano pieni; le ragazze (ma anche qualche ragazzo) fans della band erano facilmente riconoscibili dalle magliette, i cappelli o altri gadget con sopra i nomi dei sette componenti: RM, Jin, Suga; J-Hope, Jimin; V e Jungkook.

Il film è stato proiettato alle tre del pomeriggio, ma l’ingresso del cinema era occupato da giovani (molti provenivano da città molto lontane da Molfetta) che attendevano l’apertura delle sale già dalle due. L’Outlet di Molfetta ha deciso di proiettare il film in diverse sale in quanto il progetto originario che prevedeva la proiezione in una sola sala non permetteva a tutti di prendere visione del film (tutti i biglietti della prima sala sono stati venduti in un giorno, da questo si è deciso di aprirne altre).

Il film è stato apprezzato particolarmente dalle fan italiane, in quanto nel grande e lungo Tour Mondiale, non è stata inserita nemmeno una data in Italia. Questo provvedimento ha portato molte ragazze italiane a comprare i biglietti per i concerti di Londra o Parigi, ma non tutti hanno avuto questa possibilità. Proprio per questo la maggior parte della army, emozionate (molte in lacrime) dopo la visione del film, hanno condiviso lo stesso pensiero: la visone del film ha suscitato un’emozione indescrivibile, ma molti hanno provato anche tristezza nel pensare che al momento, non si abbia ancora la possibilità di acquistare biglietti per un possibile concerto a Milano o a Roma. Questo Tour non ha compreso l’Italia, ma tutte le fan sperano che, dopo il grandissimo successo del film-concerto, i manager della band si accorgano della forte presenza di seguaci dei BTS nella penisola e finalmente aggiungano una o più date anche in Italia nel prossimo Tour Mondiale.

© Riproduzione riservata

Autore: Sara Mitoli
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet