Il crollo del leone del Duomo di Molfetta, le varie anime del Pd, il seggio preteso da Piergiovanni, il cimitero, il Natale molfettese e l’ «affaire piscina» sul numero di dicembre della rivista mensile “Quindici” in edicola
25 dicembre 2017

MOLFETTA – Oggi e domani non trovate quotidiani in edicola, ma c’è dal 15 dicembre la rivista mensile “Quindici” (nella foto la copertina di Francesco Mezzina) che vi fa gli auguri (nelle pagine interne anche con il manifesto del nostro Alberto Ficele) per queste festività, con le sue notizie, gli approfondimenti rispetto alle notizie on line, le novità, le inchieste su Molfetta.

Sono passati 23 anni dal primo numero e noi siamo sempre in campo con le nostre battaglie civili e sociali combattute in piena libertà, nell’interesse della città, che vogliamo vedere crescere e prosperare per un futuro migliore da lasciare ai nostri figli.

Nel numero in edicola trovate l’atteso editoriale del direttore Felice de Sanctis “Un segno del tempo” che riprende il tema della incuria in cui sono tenuti i nostri monumenti, con una riflessione dopo la rovinosa caduta del leone della facciata posteriore del Duomo, simbolo di Molfetta.

A questa vicenda sconcertante che vede i protagonisti in fuga dalle loro responsabilità, attribuendo all’inesistente effetto della modesta scossa di terremoto, senza danni nell’epicentro garganico, la causa della caduta (il soprintendente di Puglia Luigi La Rocca, in evidente imbarazzo, dopo la ridicola motivazione, scappa davanti a “Quindici” e rifiuta di rispondere alla nostre domande) abbiamo dedicato le pagine di primo piano con le belle foto di Mauro Germinario, con la storia del monumento e della prima caduta del leone avvenuta nel 1943, l’intervista di Isabella de Pinto al parroco don Vito Bufi.

Per la politica abbiamo intervistato la nuova giovane segretaria del Pd Erika Cormio sul problema dell’unità del partito a causa delle sue varie e tormentate anime che la compongono, anche in vista delle vicine elezioni politiche del 2018. Abbiamo parlato con lei dei suoi rapporti con l’ex segretario Piero de Nicolo e della vicenda delle tessere “fantasma” e delle conseguenti dimissioni di Antonio Di Gioia che era stato eletto dall’assemblea, dopo l’era De Nicolo. Per Erika, Di Gioia è andato via perché incapace di fare sintesi proprio fra quelle anime inquiete.

Nicola Piergiovanni ci parla del suo seggio scippatogli dalla città metropolitana: “Quel posto è mio e lo voglio!” e del suo ricorso per ottenerlo.

Non poteva mancare un articolo sulla fantomatica organizzazione giovanile di “Forza Italia”, un gruppo di ragazzi senza autonomia, schiacciati sull’ex sindaco sen. Antonio Azzollini, che avrebbe messo su frettolosamente questi giovani, in vista delle elezioni politiche del 2018, allo scopo di mostrare un volto giovanile (che non c’è) in un partito vecchio anche nelle idee e nelle proposte di 20 anni fa. Ci chiediamo: esiste veramente questa organizzazione giovanile di Forza Italia?

La nostra Isabella de Pinto ha intervistato l’assessore ai Lavori pubblici, Mariano Caputo, con delega al cimitero, proprio sulla drammatica situazione del camposanto, dove non c’è più nemmeno un posto per seppellire i defunti. Caputo ha illustrato le ipotesi della sua estensione e della possibilità della realizzazione dell’impianto di cremazione che, secondo lui i molfettesi, non sono pronti ad accogliere e accettare.

L’ «affaire piscina» si ingrossa sempre di più e il pasticcio combinato dall’amministrazione Azzollini, è lontano da una sua soluzione: incapacità amministrativa ed errori del passato i maggiori ostacoli alla riapertura dell’impianto.

Nelle pagine di cronaca troviamo la storia del Natale molfettese, definito “Molfetta in allegrezza” e denunciamo la colpevole assenza dell’amministrazione di destracentro di Tommaso Minervini da Piazza Paradiso lasciata senza presidio e alla mercé dei vandali. Daniela Bufo, invece, intervista l’assessore alla cultura e vicesindaco Sara Allegretta sulle iniziative del Natale molfettese.

Beatrice Trogu intervista il presidente dell’Aido, Michele Gadaleta sull’iniziativa di indicare sulla carta di identità la volontà di donare gli organi.

La vicenda della muraglia e il dualismo pubblico-privato tengono ancora banco con un articolo di Sara Fiumefreddo sull’incontro con la scrittrice Carmen Pisanello con Gabriele Vilardi e Giacomo Pisani e la solita rubrica “Scherziamoci su” nel latinorum di Petrus Caput Hurso.

Le pagine della cultura sono dedicate ad un pezzo di Ignazio Pansini “Da Molfetta al cielo di Macallè” la storia dell’ufficiale pilota molfettese Domenico Pappalepore con belle foto d’epoca; alla storia di Corso Umberto di Corrado Pappagallo, alla serata culturale “Mélange” con Mimmo Amato e Mizio Vilardi con un articolo di Gianni Antonio Palumbo; al bel racconto di Marisa Carabellese “Il libro”; alla monografia “The Alphabet” di Gaetano Grillo e alla sua mostra nella sede della Fondazione Valente in via Amente con articoli di Sara Fiumefreddo e Gianni Antonio Palumbo; alla mostra di Gaetano Fracassio alla Galleria 54 arte contemporanea, della quale ha scritto sempre il nostro Gianni Antonio Palumbo.

Nella pagine di attualità vi parliamo dello spettacolo della Compagnia teatrale della parrocchia San Gennaro diretta da Pino Sasso che propone una significativa riflessione contro la violenza alle donne, facendo parlare le vittime di questi femminicidi. Pubblichiamo tutte le foto dello spettacolo. L'atteso Concerto di Capodanno dell'Orchestra Filarmonica pugliese, del quale "Quindici" è media partner.

Le studentesse dell’Istituto Tecnico Nautico “Vespucci” Elena Muzi e Damiana Evangelista, ci raccontano la loro insolita e gratificante esperienza proprio sul magnifico veliero “Amerigo Vespucci” orgoglio della nostra Marina Militare.

Con il Centro Terrae di Raffele Annese vi accompagniamo in visita a Torre Pulo e alla Casa museo di Giuseppe Saverio Poli.

Paolo Gadaleta ci guida, con tutte le foto dello spettacolo, nelle infinite sfaccettature della “Norma” con l’esecuzione della Parrocchia Cuore Immacolato di Maria (San Filippo Neri) del capolavori di Bellini con l’Alter Chorus diretto dal Maestro Antonio Allegretta e i soprani Marilena Gaudio e Giulia Calfapietro, il tenore Nicola Cuocci e il basso Onofrio Salvemini col Maestro Alessandro Giusto al pianoforte.

Pubblichiamo infine i testi della Lauda duecentesca su S. Nicola di autore ignoto e della Ninna Nanna in dialetto della maestra Antonia Spadavecchia e Isabella Cirilli.

Infine le pagine di sport; la ricetta dello chef Nicola Modugno e la vignetta del nostro Michelangelo Manente che ironizza sull’albero riciclato, realizzato con i rifiuti che invadono la città, con un’idea originale dell’assessore al marketing territoriale.

Quindici” quello che gli altri non dicono”.

Insomma il numero in edicola, come sempre, si presenta ricco di contenuti e temi interessanti con tanti nuovi argomenti che vi terranno compagnia per un mese di piacevole lettura, con approfondimenti che spaziano dalla cronaca alla politica, dall'economia all'attualità, dalla cultura allo sport.

“Quindici” giornalismo verità e qualità. “Quindici”: la rivista che si sceglie in edicola. Una marcia in più per voi: il quotidiano e il mensile cartaceo.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2018
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet