Recupero Password
I 100 anni del prof. Giuseppe Binetti di Molfetta
21 marzo 2021

Molfetta non si ferma e festeggia un altro concittadino giunto a spegnere ben 100 candeline sulla torta di compleanno. A raggiungere lo storico traguardo è il prof. cav. Giuseppe Binetti, nato il 19 marzo 1921, volto noto della città.

Nella sua lunga vita ha vissuto in prima persona i grandi eventi che nel Novecento hanno sconvolto il mondo: figlio di un reduce della Grande Guerra, egli stesso è un reduce della seconda guerra mondiale.

Giuseppe è un uomo speciale e una figura particolare nel panorama storico molfettese: catturato il 9 settembre 1943, dopo aver strenuamente difeso la caserma dei bersaglieri di Cremona da un feroce attacco tedesco, fu deportato in Germania, diventando un IMI (Internato Militare Italiano). Qui lavorò in diversi campi di concentramento rischiando la morte perché alcuni prigionieri russi avevano sabotato le macchine dove lavoravano gli italiani.

Ritornò alla sua città natale ad agosto del 1945, entrando subito a far parte dell'Associazione Nazionale Combattenti e Reduci e diventandone Presidente dopo la morte del prof. Pantaleo Carabellese, avvenuta nel 2000, e tutt’oggi ricopre la carica di Presidente onorario. Dopo la guerra si è dedicato alla famiglia, all'istruzione e allo sport, sua grande passione.

Fu insegnante e segretario all’istituto “Manzoni” di Molfetta fino alla data del suo pensionamento. Nell’anno 2002 unitamente all’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra, accolsero come eredi del loro sodalizio la neonata Associazione Eredi della Storia che in tutti questi anni ha reso onore ai reduci ricordando i loro vissuti e trasformando le sedi in Musei.

I festeggiamenti per il suo compleanno sono iniziati domenica 14 marzo, quando una delegazione delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma, formata dal presidente Vincenzo Piccininni, il Cav. Sergio Ragno, l'ing. Biagio Stoia e l'ing. Andrea de Gennaro, gli ha voluto rendere omaggio: "Non vi ringrazio, perché, anche se non possiamo, vorrei abbracciarvi tutti quanti!" ha risposto, commosso, quando gli abbiamo chiesto se fosse felice per gli auguri.

Anche le istituzioni civili insieme alla famiglia lo hanno voluto omaggiare. Venerdì 19, il sindaco di Molfetta Tommaso Minervini si è recato a casa di Binetti per porgergli i suoi più sinceri auguri a nome dell’Amministrazione comunale e per donargli una targa commemorativa.

Il Presidente regionale A.N.M.I.G., Avv. Nico Bufi ha consegnato al prof. Binetti una medaglia ricordo donata dalla Casa Madre del Mutilato di Roma.

Giuseppe Binetti, oltre che centenario, è stata una figura centrale dell'istruzione e dello sport. Ha conosciuto grandi personaggi, ed in particolare vantava una lunga e sincera amicizia con don Tonino Bello, vescovo di Molfetta, che conosceva ancor prima della sua nomina episcopale.

Associazione Eredi della Storia – A.N.M.I.G.
A.N.C.R. Molfetta

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet