Recupero Password
Grande interesse per gli antichi misteri seicenteschi in mostra a Terlizzi sino a domenica 25 marzo Prorogata l’esposizione “Ad pietatem populi concitandam peropportuna” presso Santa Maria la Nova
23 marzo 2018

 TERLIZZI - Dopo la serata inaugurale del 10 marzo, che ha visto un significativo numero di partecipanti gremire la chiesa di Santa Maria la Nova a Terlizzi, l’interesse per l’esposizione delle statue degli antichi misteri seicenteschi è andato via via consolidandosi. A conferma della validità dell’iniziativa e della sana curiosità che sta spingendo associazioni, scolaresche, studiosi e cultori – anche di fuori città – a muoversi per osservare le quattro statue superstiti dell’antico gruppo dei misteri.

Con grande soddisfazione degli organizzatori che hanno deciso, in accordo con i proprietari delle opere, di rinviare la chiusura dell’esposizione a domenica 25 marzo, domenica delle Palme, sul ciglio della Settimana Santa per offrire ancora qualche giorno alla pubblica fruizione prima dei riti tradizionali in cui alcune delle opere sono coinvolte.

L’iniziativa, nata dalla scoperta del Cristo alla colonna in collezione privata, è stata coordinata da don Michele  Amorosini, parroco e direttore del Museo diocesano di Molfetta, che ne ha promosso la realizzazione in collaborazione con diverse giovani competenze del territorio: dal giovane studioso Francesco De Nicolo al musicista ed artista Giacomo Angarano, passando per Onofrio Grieco operatore della FeArT cooperativa che gestisce da oltre otto anni la struttura museale diocesana.

Da questa sinergia è derivato il partenariato del Comune di Terlizzi, la collaborazione dell’Associazione Musicale “Vito Giuseppe Millico”, il patrocinio di “Settimana Santa in Puglia” e tutte le singole e preziose collaborazioni con quanti, a vario titolo, hanno reso possibile questa occasione di crescita culturale della comunità locale.

Iniziativa che non è passata inosservata ai media che a più riprese ne hanno dato notizia sulla carta stampata e sulle televisioni, sino al settimanale diocesano “Luce e Vita” che dedica l’intero numero “arte” di domenica prossima – in distribuzione in questi giorni – alle opere in mostra, a corredo dell’inchiesta sulle passioni dell’uomo.

Non resta che cogliere l’occasione di visitare l’esposizione in questi ultimi giorni.

#antichimisteriterlizzi

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet