Recupero Password
Giulio Cozzoli racconta le Statue del Sabato Santo: questa sera reding nella chiesa Purgatorio a Molfetta
22 febbraio 2018


MOLFETTA - Questa sera, alle ore 20, in una chiesa del Purgatorio eccezionalmente allestita con le statue processionali si concluderà la rassegna di eventi “Le statue del Sabato Santo”, promossa dal Museo diocesano, dall’Arciconfraternita della Morte dal sacco nero di Molfetta e dalla FeArT e dal Teatro dei Cipis.
L'approfondimento sui simulacri della processione che conclude i riti quaresimali molfettesi sarà affidato a un reading teatrale fortemente voluto dal priore Onofrio Sgherza e i suoi collaboratori Michele Roselli e Gennaro Zaza e dal padre spirituale don Ignazio Pansini.
Nel racconto di Corrado la Grasta, ancora una volta nei panni dello scultore molfettese Giulio Cozzoli, la genesi delle statue, il travaglio ed il genio creativo che le hanno generate, il senso profondo dei personaggi che rappresentano. Al di là del valore artistico, indagato nella conferenza del prof. Mongelli e nelle visite con attore dei giorni scorsi, il fondamento evangelico che sublima le fattezze dei simulacri, ridestando emozioni in chi le osserva.
Un progetto nato dalla sinergia tra la struttura museale, sempre più impegnata nella valorizzazione del patrimonio di arte e di fede del nostro territorio, e l’Arciconfraternita, sensibile e motivata ad approfondire i temi culturali e religiosi alla base dei riti di cui si fa interprete.
Un evento che inaugura la rassegna “I Giovedì di Quaresima” organizzato dall’Arciconfraternita: incontri culturali che si svolgeranno presso il Purgatorio tutti i giovedì, da questa sera sino al 15 Marzo.
Info e prenotazioni presso l’oratorio della Confraternita e la reception del Museo.
Si ricorda che domenica 25 Febbraio, 04 Marzo e 11 Marzo alle ore 19 presso il Purgatorio è previsto il Pio Esercizio della Pietà: funzione preceduta dalla S. Messa che consiste di una preghiera composta da cinque invocazioni a Gesù Cristo deposto sul grembo della Madre, intervallate da tre "romanze" cantate da un tenore e da un baritono, composte da autori molfettesi del 1800. Seguono il canto del "Vexilla Regis Prodeunt", la benedizione con il Legno Santo ed in ultimo il canto del "De Profundis".
Per tutte gli eventi e le news potete visitare il sito internet ufficiale dell’Arciconfraternita www.arciconfraternitadellamorte.it e la pagina Facebook Arciconfraternita della Morte.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet