Recupero Password
Gianni Porta, consigliere di Rifondazione Molfetta: il Comune faccia il Comune invece di fare autopromozione sulla destinazione del 5x1000
Gianni Porta
29 marzo 2018

MOLFETTA - «Quest'anno, in occasione delle dichiarazioni dei redditi e della donazione del 5x1000 da parte dei contribuenti, le associazioni di volontariato e quanti operano nel campo della solidarietà sociale rischiano di avere un temibile concorrente in più», a dirlo è il consigliere comunale di Rifondazione comunista, già candidato sindaco Gianni Porta.

«Le associazioni di impegno volontario rischiano di contendersi questa fetta di risorse derivanti dalle dichiarazioni dei redditi niente di meno che con il Comune di Molfetta. Ieri in 5ª Commissione consiliare è stata approvata dal Partito Unico dell'Austerity (la maggioranza trasformista che sostiene il sindaco Minervini e dall'opposizione di destra) una campagna di informazione, in occasione della annuale dichiarazione dei redditi, rivolta ai commercialisti, ai Caf e alla cittadinanza per pubblicizzare la possibilità prevista per legge di effettuare questa donazione a vantaggio del Comune di Molfetta.

Insomma, anziché aiutare e sostenere – come nelle intenzioni originarie della legge – associazioni di volontariato e promozione sociale nelle loro attività si invitano i cittadini a rimpinguare i capitoli di bilancio comunali destinati ai "concittadini molfettesi bisognosi". Non contenti costoro propongono di pubblicizzare anche la possibilità di effettuare ulteriori donazioni liberali.

Ci dissociamo da questa iniziativa demagogica perché le Istituzioni dispongono di un loro proprio bilancio per far fronte alle emergenze sociali e alle finalità istituzionali loro assegnate come la solidarietà sociale. Pensiamo che sia un pessimo segnale, in un'epoca di diminuzione di servizi pubblici e di tagli ai trasferimenti agli Enti locali, che un Comune stesso si "autopromuova" al pari di altri soggetti privati e del terzo settore per "far fronte alle emergenze sociali dei nostri concittadini".

La città e i cittadini hanno bisogno di interventi strutturali e politiche di programmazione, questo è richiesto alle Istituzioni e alle Amministrazioni.

La maggioranza che governa può benissimo decidere di aumentare la spesa destinata a queste finalità, anzi avrebbe potuto già farlo nel bilancio di previsione 2018 approvato la settimana scorsa invece di fare appello alle "donazioni" dei privati.

Sperando in un atto di ripensamento da parte della Giunta comunale che eviti la penalizzazione indiretta delle tante realtà di volontariato che operano nella nostra città e fruiscono anche delle entrate del 5x1000, ribadiamo la nostra contrarietà all'iniziativa proposta dalla maggioranza e appoggiata dalla destra nella 5ª Commissione consiliare».

Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet