Recupero Password
“Furbetti del vaccino” a Molfetta, un lettore scrive a “Quindici”: anche i soci di qualche associazione hanno ricevuto la prima dose?
10 aprile 2021

MOLFETTA – “Quindici” ha pubblicato giovedì 8 aprile, la protesta di un cittadino che lamentava alcuni privilegi da parte di categorie non a rischio e non prioritarie nella vaccinazione anti Covid, a danno di anziani e fragili ancora in attesa.

Saltare la fila in materia di salute non è tollerabile. Oggi un altro lettore espone i suoi dubbi a “Quindici” e parla di soci di associazioni che avrebbero ricevuto il vaccino.
Ecco quello che dice: «Caro Direttore,
ho letto su “Quindici” la storia di quel lettore che lamentava i privilegi di alcuni “furbetti” che si sono fatti vaccinare prima degli aventi diritto (anziani e fragili).

Ieri circolava in città, anche perché alcuni interessati si vantavano, la notizia che a saltare la fila delle vaccinazioni anti Covid erano stati anche alcuni iscritti ad associazioni cattoliche e non, anche non anziani.

Si tratterebbe di un altro caso di “furbetti del vaccino”, deplorato anche dal presidente del Consiglio Mario Draghi: “Saltare la fila è un atto pieno di responsabilità. Con che coscienza la gente salta la lista sapendo che lascia esposto a rischio concreto di morte persone over 75 o persone fragili?”.

Allora mi chiedo: come mai avviene questo a Molfetta? E’ sfuggito il controllo a chi è addetto ai vaccini, oppure gli stessi hanno stilato una graduatoria non in base all’età, ma sulla base di privilegi non dovuti?
Ci sono anziani ancora non vaccinati, anche per le scarse dosi a disposizione a Molfetta: allora perché favorire alcuni a danno di altri? Mi auguro che il sindaco possa fornire spiegazioni su questa situazione».

Chiediamo anche noi al sindaco Tommaso Minervini, anche dopo quello che ha scritto il consigliere comunale di maggioranza Pasquale Mancini sul sito di “Quindici”: “non credo che sia il sindaco a stabilire le precedenze” qual è la situazione e chi è il responsabile di questi “salti della fila”?

I politici delle liste civiche (perché i partiti non esistono più a Molfetta) stanno già cominciando la campagna elettorale, sperando di acquisire benemerenze attraverso i vaccini e sperando di avere maggiori voti alle prossime elezioni amministrative?

Non lo crediamo, ma la mancanza di chiarezza alimenta anche i dubbi dei cittadini e sulla salute non si può tacere, occorre subito dire come stanno le cose. In questa situazione appare anche strano il silenzio delle forze politiche di opposizione. Cosa ne dice anche il dr. Felice Spaccavento che oltre ad essere impegnato in prima linea come medico è anche l’esponente politico del Movimento “Rinascere”, cosa dicono Rifondazione comunista, Sinistra Italiana e la parte del Pd dissidente nei confronti dei rappresentanti presenti nella maggioranza? L’opposizione di centrodestra tace da sempre (anche perché la maggioranza è fatta da tutti suoi ex) e quindi non fa testo e il silenzio in materia è comprensibile.

Invitiamo, perciò, il sindaco a rendere pubblici gli elenchi di coloro, o delle categorie, alle quali è stato somministrato il vaccino, verificando se ne avessero o meno diritto e, se ci sono state violazioni delle regole, sarebbe opportuno prendere i necessari provvedimenti o quantomeno stigmatizzare queste situazioni di privilegio che in tema di vaccinazioni Covid, fanno irritare giustamente l’opinione pubblica, anche a fronte dell’aumento dei casi positivi a Molfetta che sono arrivati a 232 unità.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet