Recupero Password
Filosofia, Concretezza, Insegnamento in Pantaleo Carabellese, convegno a Molfetta Venerdì 22 e sabato 23 ottobre nell’aula magna del Seminario Regionale
Pantaleo Carabellese
20 ottobre 2021

MOLFETTA - Dopo la giornata di studi “Pantaleo Carabellese, filosofo arcaico?”, svoltasi nell’ottobre del 2018, in occasione del settantesimo anniversario della morte del filosofo, e dopo la presentazione del volume degli Atti di quella giornata, tenutasi nel settembre del 2020, Molfetta ospita, nei giorni 22 e 23 ottobre, presso l’Aula Magna del Pontificio Seminario Regionale Pio XI, il Convegno “Filosofia, Concretezza, Insegnamento in Pantaleo Carabellese”. Ad organizzare l’iniziativa sono ancora una volta i “Licei Classico/Scientifico di Molfetta”, diretti dalla Prof.ssa Giuseppina Bassi, e l’ “Opera Pia Monte di Pietà e Confidenze”, presieduta dall’ing. prof. Sergio de Ceglia, con il patrocinio dell’Università degli Studi di Bari, dell’Università degli Studi di Perugia, della Sezione barese della Società Filosofica Italiana e di Exprivia s.p.a.

Al centro del convegno sarà posta l’opera carabellesiana Che cos’è la filosofia?, pubblicata nel 1942, che rivedrà a breve la luce grazie alle cure del prof. Marco Moschini, dell’Università di Perugia che la sta rieditando per la casa editrice dell’ateneo perugino.

Il Che cos’è la filosofia? sarà il testo su cui lavoreranno, per la Seconda edizione del Certame Filosofico Nazionale Carabellesiano, studenti liceali e universitari di tutta Italia. Dopo il successo della prima edizione del Certame, riconosciuto dal MIUR, dedicato all’opera carabellesiana del 1946 L’idea politica di Italia, il “Licei Classico/Scientifico” e l’ “Opera Pia” di Molfetta, hanno deciso di sottoporre all’attenzione degli studiosi e dei cultori di filosofia le pagine di una delle più radicali riflessioni sull’impegno antidogmatico degli intellettuali.

Le tre sessioni in cui sarà articolato il convegno vedranno gli interventi dei professori Marco Casucci, Marco Moschini e Furia Valori dell’Università di Perugia, dei professori Annalisa Caputo, Ferruccio De Natale, Augusto Ponzio e Julia Ponzio dell’Università di Bari, dei ricercatori Giuseppe Guastamacchia e Antonio Lombardi dell’Università di Torino, e dei prof. Alberto, Altamura, Rossana de Gennaro, Mario de Pasquale e Sabino Lafasciano della sezione barese della Società filosofica Italiana.

Furia Valori, già curatrice di numerose opere carabellesiane, è in procinto di pubblicare l’edizione critica dell’opera più importante del filosofo molfettese, la Critica del concreto, di cui ricorre quest’anno il centenario; opera definita da Giuseppe Semerari, che di Carabellese fu allievo a Roma, prima di ricoprire per lungo tempo la cattedra di Filosofia Teoretica presso l’Università di Bari, “la prima parola nuova della filosofia italiana del Novecento”.

Si ritorna a parlare di Carabellese nell’Aula Magna del Pontificio Seminario Regionale scelta nel 1977 per lo svolgimento del grande convegno carabellesiano legato al centenario della nascita del filosofo, organizzato da Giuseppe Semerari con l’importante sostegno dell’Amministrazione Comunale di Molfetta allora guidata dal sen. Beniamino Finocchiaro.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet