Recupero Password
Festa patronale della Madonna dei Martiri a Molfetta più lunga: 4 giorni. Il programma
12 agosto 2019

MOLFETTA - Come da consuetudine si è svolta presso la Sala Consiliare "G. Carnicella" l'ormai divenuta tradizionale conferenza stampa di presentazione della Festa Patronale in onore di Maria SS dei Martiri a Molfetta. Una festa che unendo sacro e profano rappresenta la connotazione identitaria per eccellenza della nostra città e che funge ancora oggi da tres d’union tra i molfettesi autoctoni e quelli residenti all’estero.

Anche quest’anno saranno tre i pescherecci che avranno l’onore di recare a bordo per la Sagra a Mare l’effige della Vergine Santa. Al Giovanni Paolo II – baciato dalla fortuna nel corso del sorteggio svoltosi il 7 luglio scorso – si sono aggiunte il Margherita Madre e il Giulia Rana.

Novità importantissima per questo 2019 sarà il prolungamento dei festeggiamenti che si estenderà per ben quattro giornate a fronte delle tre consuete. Di fatti si partirà già dal pomeriggio di giorno 6 settembre con il 1° Raduno dei Madonnari - artisti che hanno come scopo quello di tutelare la tradizione e promuovere la figura del madonnaro di strada – al fine di evitare l’intralcio pedonale e lasciare il debito spazio ai maestri per realizzare le proprie rappresentazioni artistiche. La zona che li ospiterà è quella compresa tra la Chiesa del Purgatorio e l'incrocio con via S. Angelo.

La serata sarà poi allietata sul finire dal concerto degli Skanderground che si terrà a corso Dante a partire dalle ore 21.

Partiamo da quelli che sono i punti più salienti curati dal Comitato Feste Patronali per quanto concerne la parte "civile" dei festeggiamenti. È giunta in conferenza stampa l'ufficialità circa l'affidamento per l'istallazione delle luminarie alla ditta MarianoLight, vero e proprio mix di competenza tecnica, fantasia e tradizione.

Un’altra novità riguarda i concerti bandistici. In giro per la città – giorno 7 settembre – si esibiranno ben due bande, ovvero lo Storico Gran Concerto Bandistico “Emilio Silvestri” di Gravina in Puglia e la Bassa Musica “L’Armonia”.

Un ritorno alle origini come ha ricordato il Presidente del Comitato Feste, cav. Francesco Angione che consentirà anche alle zone periferiche della città di essere raggiunte dallo spirito della tradizione bandistica molfettese. Nella stessa giornata ci sarà il III Palio “Madonna dei Martiri” – gara di gozzi tra le rappresentative dei rioni della città di Molfetta – in collaborazione con la Lega Navale. Tra gli appuntamenti più salienti anche II Concorso “Angelo Inglese” e la Fiera dei ragazzi.

Alla già ricca agenda di eventi - giorno 9 settembre - si aggiunge il concerto di Tony Esposito, percussionista napoletano noto al grande pubblico per la sua grande tecnica. Durante lo spettacolo sarà possibile ascoltare tutti i pezzi più noti di Pino Daniele.

Ed infine per giorno 15 settembre è prevista una processione della durata di 4 ore che tornerà a percorrere via Bari per il rientro della venerabile immagine della Madonna dei Martiri in basilica.

Per quanto riguarda l’aspetto sacro della festa, don Vito Bufi ci ha tenuto ad illustrare ai presenti le novità più importanti. In occasione del primo anniversario della venuta di Papa Francesco, arriverà in città a partire dal pomeriggio del giorno 7 settembre il cardinale Angelo Becciu che presenzierà all’incoronazione della Madonna e a seguire parteciperà alla celebrazione diocesana in memoria del tanto amato don Tonino Bello.

Inoltre per l’8 settembre, l’ultima celebrazione delle ore 11,30 sarà affidata al cardinale Becciu.

In ultimo il 9 settembre – durante il periodo di permanenza di Maria SS dei Martiri in cattedrale – è prevista la performance di un coro parrocchiale che animerà la santa messa. Ad una delle celebrazioni sarà presente anche don Felice di Molfetta.

Insomma, come ha ricordato il sindaco, Tommaso Minervini la Festa Patronale è il fulcro del popolo e rappresenta il momento in cui la città ritrova se stessa. Non si tratta di una ripetizione stanca di un rituale dovuto bensì di un segno distintivo carico di cultura, di speranze, di ricordi ed emozioni. Il primo cittadino ci ha tenuto anche a rassicurare i presenti sugli alti livelli di sicurezza che saranno messi in atto durante il periodo dei festeggiamenti.

A scendere nel dettaglio ci ha pensato l’assessore Antonio Ancona che ha spiegato come siano state installate numerose telecamere nelle zone nevralgiche della città, direttamente collegate ai tablet degli agenti in modo tale che qualunque cosa accada si possa agire tempestivamente. La sala di controllo sarà allestita all’interno del Comando di Polizia.

Il consiglio più importante da dare ai cittadini per garantire una più fluida mobilità è quello di muoversi a piedi o al più di parcheggiare la propria auto negli appositi park and ride che saranno allestiti nella zona della secca dei pali e nei pressi dello stadio Paolo Poli. Di lì sarà possibile prendere la navetta per spostarsi comodamente in centro.

Nell’occasione è stato presentato e distribuito il tradizionale opuscolo che comprende oltre al programma dei festeggiamenti civili, gli eventi proposti dalla Basilica, dalla Parrocchia Cattedrale e curiosità storiche sulla Fiera di Molfetta e sulla devozione mariana in città e dintorni. 

Autore: Angelica Vecchio
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet