Recupero Password
Felice Spaccavento di Molfetta assessore regionale alla Sanità, come successore di Lopalco? Un’ipotesi molto azzardata e semplicistica
Felice Spaccavento ancora all'attenzione dei media per un incarico politico
12 novembre 2021

 MOLFETTA – Si torna a parlare di assessorato regionale per Felice Spaccavento, il medico anestesista di Molfetta candidato alle regionali con l’ottimo risultato di 7.733 preferenze nella lista Puglia Solidale e Verde (area Vendola), dopo le dimissioni dell’assessore Pierluigi Lopalco. Ma questa ipotesi ci sembra abbastanza azzardata e molto semplicistica, soprattutto perché Emiliano ha già nominato due assessori esterni. Insomma, solo un modo per fare un titolo che attira “like” nella logica dei social, ma lontana dalla realtà. Ammenocchè Emiliano non prepari un colpo di scena, ai quali ci ha abituato, sostituendo uno dei due assessori esterni da lui nominati (Maraschio e Bray). Ma questo creerebbe per il presidente della Regione, anche un grosso problema politico.

Va altresì ricordato che Michele Emiliano, ha sempre tenuto in grande considerazione il medico molfettese, il quale è stato fino a qualche mese fa il candidato in pectore della sinistra come possibile sindaco della città, ma con questa improbabile nomina regionale, andrebbe contro la legge, che prevede come assessore un consigliere regionale.

Nelle ultime settimane lo stesso Spaccavento aveva misteriosamente allontanato l’ipotesi della sua candidatura a sindaco, che aveva portato anche alla nascita del Movimento politico “Rinascere”. Questo Movimento ora punterebbe alla candidatura del magistrato in pensione, dott. Pasquale Drago, ex coordinatore della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari. Per la verità quest’ultima ipotesi non sembra condivisa da tutta la sinistra, anche perché non sempre i magistrati, pur eccellenti nel loro lavoro, hanno dato buoni risultati in politica.

Tornando a Spaccavento: c’è da dire che Felice finora non si è espresso sulle voci di una sua successione sulla poltrona di Lopalco, l’epidemiologo fortemente voluto da Emiliano, ed eletto in consiglio regionale con oltre 14mila preferenze. Lo stesso ex assessore, che resterà in consiglio regionale, ha spiegato, in una intervista al quotidiano La Repubblica, di avere “con Emiliano un ottimo rapporto personale”, ma che ci sarebbero state “divergenze su scelte cruciali”.

Sull’improbabile nomina di Spaccavento si pronuncia anche la stessa lista Puglia Solidale e Verde, che intravede l’insorgenza perfino di un problema politico: “Qualora la spuntasse Spaccavento, si creerebbe un problema di equilibri politici interni, perché sarebbe difficile motivare la presenza in giunta di 2 assessori della sinistra vendoliana. E allora salterebbe l’assessora Maraschio, bersaglio delle opposizioni in consiglio regionale e amministratrice ingiustificatamente poco gradita alla stessa maggioranza, considerato il recente voto sul Piano Casa”.

© Riproduzione riservata

 

 

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet