Recupero Password
Fail, cosa non ha funzionato in occasione della visita del Papa a Molfetta
Le sedie per "gli amici degli amici"
24 aprile 2018

MOLFETTA - Dopo esserci occupati degli aspetti positivi della visita del Papa, dobbiamo occuparci anche delle cose che non sono andate bene. Perché facciamo i giornalisti e l’ecumenicità dei giudizi non appartiene al nostro mestiere.

 Quelli con il posto a sedere. Si era detto avanti i bambini e le persone con disabilità. Bene. Pochi i bambini sullo spartitraffico della banchina, ma tenerli 9 ore bloccati in un recinto sotto il sole era davvero dura per educatori e genitori. Stessa cosa per i disabili. Alcuni davanti al palco con accompagnatori al seguito. Altri lontani sulla banchina o dietro le autorità. Ecco le autorità. Va bene i Sindaci, i consiglieri comunali, ma c’erano 3.000 sedie! Tremila. Non a disposizione delle parrocchie e nemmeno selezionabile nella fase di richiesta del pass. E allora a chi sono andati? “Agli amici degli amici”. Vecchio criterio della politica, davvero insopportabile.      

 Marketing territoriale. Dall’etichetta posta dagli amministratori a tutte le iniziative a pagamento collegate. Definire una celebrazione eucaristica occasione di marketing territoriale è già squallido. Ma sindaco e amministratori ne hanno fatto grande uso. Per non parlare delle iniziative di carattere commerciale private legate all’evento. Si va dal kit del pellegrino venduto a 10 euro, simile a quello per il Giro d’Italia, con zainetto, capellino e bandierina. Ne abbiamo visti pochi in giro, di pellegrini in generale, la grandissima parte dei partecipanti è stata molfettese. Lo zainetto l’hanno portato da casa e forse una maglietta ricordo l’avrebbero comprata volentieri, come ai concerti rock… Come anche i cartelloni con cui agli ingressi della città si dava il benvenuto al Papa che però è arrivato in elicottero. Forse sarebbe stato il caso di dare il benvenuto ai pellegrini...

E l’iniziativa di un selfie con il cartonato del Papa? Distribuito a pagamento agli esercizi commerciali da I love Molfetta. Non è piaciuta nemmeno al Vescovo. E prendersi un caffè o una pizza con il cartonato del Papa accanto non merita indulgenza. Poi c’è il ristorante che ha proposto il pranzo con vista sull’evento, non sappiamo se a base di strozzapreti… la gioielleria che ha fatto il rosario celebrativo con la medaglietta del Papa e di don Tonino. Tutti tentativi di commercializzazione non proprio fortunati anche sul piano della riuscita economica.    

 Il sito web papamolfetta. Non è indicizzato. Che significa? Che non lo trovate nelle prime pagine dei motori di ricerca. Provate. Se non digitate l’indirizzo esatto non compare. È stato pubblicato tardi, le biografie di don Tonino e le informazioni turistiche sono prese da wikipedia, che uno raggiunge prima cercandole direttamente. Le informazioni logistiche e tecniche potevano essere rilasciate sul sito web del Comune di Molfetta, adatto al caricamento anche di foto e video i cui contenuti non sono originali. Per i pass c’è il rimando ad altro sito. Anche questo richiamabile su quello del Comune. Ad oggi non ci sono le foto del Papa a Molfetta. Insomma, uno sforzo inutile.

 L’autista della papamobile. Quanto è andato veloce l’autista della papamobile? Nessuno delle forze di polizia presenti l’ha fermato? Il giro tanto atteso dai fedeli che dalle prime ore del mattino hanno atteso soprattutto nei settori più lontani dal palco per ore il saluto e la benedizione di Papa Francesco è stato davvero veloce. Nemmeno il tempo di un click che con lo smartphon potesse immortalare il passaggio del Papa. Forse ci si potrà rifare il 1 dicembre quando la diocesi andrà in pellegrinaggio a San Pietro per restituire la visita a Papa Francesco, sempre che qui i posti non siano dati con il criterio “politico” di cui sopra. La gioia di un saluto ai fedeli non è certo sostituibile con un cartonato.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""





Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet