Recupero Password
ELEZIONI POLITICHE – Carmela Minuto (FI Senato): Non esistono più Re e sudditi. Ho portato Forza Italia dal 13 al 20% a Molfetta, malgrado l’ostilità di Azzollini (il vero sconfitto)
Carmela Minuto
08 marzo 2018

 MOLFETTA – Dopo un primo periodo di silenzio, seguito alla delusione per la mancata elezione, dopo l’esultanza frettolosa dei primi momenti quando sembrava sicuro il seggio in Parlamento, Carmela Minuto, candidata al Senato di Forza Italia a Molfetta, ha diffuso una sua dichiarazione e un suo commento, nel quale orgogliosamente sostiene di aver portato il partito dal 13 al 20%, malgrado l’ostilità di Azzollini, che è il vero sconfitto di queste elezioni politiche: «Alla luce dei risultati definitivi delle Politiche 2018, sento il dovere di condividere alcune considerazioni: oltre 185mila le preferenze accordatemi nel collegio Puglia 1 che, seppur tante, non sono state premiate da questa assurda legge elettorale.

Ringrazio intanto quanti ci hanno accordato fiducia. Ho avuto l’onore di lavorare in rete con i circoli di partito dislocati nelle città del mio collegio: tutte, attraverso i referenti delle forze di centrodestra hanno dato il loro prezioso contributo politico e professionale. Il lavoro svolto in queste lunghissime settimane, però non è vano ma pone solide basi per il futuro.

Se pensiamo che a Molfetta il partito di Forza Italia si è attestato attorno al 20% e che alle scorse amministrative ha incassato un 13%, la percentuale di crescita è da ritenersi considerevole. Un risultato lodevole frutto di candidature nuove sul territorio, nonostante la prorompente “rivoluzione” messa in atto dai 5 Stelle. Forza Italia e quindi il centrodestra ha retto malgrado alcune resistenze, in primis, di Antonio Azzollini che ha anche sottolineato, in alcune trasmissioni Tv, di essere compiaciuto del risultato… in effetti ritengo debba essere molto soddisfatto: il “suo” nuovo partito pentastellato, oggi, è primo in Italia! Malgrado eravamo soltanto “4 amici al bar” animati dalla passione politica e motivati da ideali di centrodestra, Molfetta ha portato a casa un risultato eccezionale, non di certo grazie a chi ha esplicitamente remato contro! Pertanto, per dirla in breve: non ci sono macerie su cui ricostruire, ma un dato chiaro e forte che premia il presente.

Non esistono più Re e sudditi ma solo persone che, democraticamente, si consultano e condividono strategie in favore del territorio. In ultimo, e non per importanza, permettetemi di condividere con tutti voi un ringraziamento a due persone speciali: i miei figli e i miei fratelli. Ho dato il massimo in questa campagna elettorale: negli incontri con le aziende, le associazioni di categoria e la gente che ha avuto voglia di ascoltarmi e accordarmi fiducia. Ovunque, mi ha accompagnato l’abbraccio della mia famiglia. Sono stati loro la mia energia. Sono stati loro che mi hanno spronano a procedere dritta per la mia strada. Fiera e onesta. Rappresentano la costruzione: sono il futuro a cui volgere lo sguardo per migliorare il nostro presente.

Continuerò a lavorare come ho sempre fatto, per loro e per tutti i figli delle nostre città, con la consapevolezza che il territorio viene prima di tutto!».

Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet