Recupero Password
Dopo il caos sui rifiuti di pazienti Covid denunciato da “Quindici”, arrivano le modalità di accesso al servizio (sperando che funzioni)
03 dicembre 2020

MOLFETTA – Finalmente a Molfetta sembra avviata una organizzazione della raccolta rifiuti per i pazienti Covid, dopo il caos dei giorni scorsi denunciato da “Quindici”, con famiglie che accumulavano sacchetti dei rifiuti sul balcone di casa, altre che le smaltivano insieme con gli altri rifiuti condominiali e altri che ricevevano sacchetti pur non essendo pazienti Covid. Insomma, un bel pasticcio creato dall’Asm, dalla Asl e dalla polizia locale che non si coordinavano.

Ora è stato deciso un protocollo da seguire per quanti, positivi al Covid, sono costretti a casa e devono smaltire i rifiuti,  nel corso di un Tavolo tecnico che si è tenuto nella sede comunale di Lama Scotella. Presenti i rappresentanti della Asl Ba, dei medici Usca del Distretto sanitario, degli assessori all’igiene, Ottavio Balducci, anche in veste di fiduciario medico, alla protezione civile, Antonio Ancona, del comandante della polizia locale, Cosimo Aloia, del delegato comunale Covid, Pasquale Mancini, del presidente Asm, Vito Paparella.

«Il servizio di ritiro rifiuti – spiega l’assessore Balducci - si può richiedere contattando il Numero Verde 800713932 (sperando che rispondano, ndr) indicando nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico e inviando contestualmente alla mail molfettasalute@gmail.com il referto di positività al tampone molecolare di un membro della famiglia. Va da sé che il servizio non sarà erogato a coloro che presentano una positività al tampone rapido antigenico o ai test sierologici fino a quando non produrranno un referto di positivizzazione al tampone molecolare».

I dati pervenuti alla mail molfettasalute@gmail.com saranno gestiti dal Nucleo di Protezione Civile della Polizia Locale di Molfetta che segnalerà all’ASM i nuclei familiari idonei al servizio.
Il servizio di ritiro di rifiuti speciali da parte dell’ASM avrà la durata di 21 giorni prorogabili nel casi di una nuova positivizzazione di un altro membro della famiglia. L’Asm contatterà l’utente interessato spiegando i tempi e le modalità del servizio.

Le persone positive al Test rapido antigenico o ai test sierologici dovranno, però, conferire i rifiuti regolarmente in doppio sacchetto secondo le procedure ordinarie del conferimento differenziato.

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet