Recupero Password
Dipingono in galleria gli allievi dell’accademia di Brera: un progetto dell’artista di Molfetta, Ignazio Gadaleta
13 novembre 2019

 MOLFETTA - Dopo una prima fase sperimentale, la Pinacoteca di Brera inaugura la Nuova Scuola di Colorito di Brera, un’azione didattica che si svolgerà lungo il percorso espositivo ogni sabato mattina dalle 10 alle 13.
Gli “apprendisti pittori” muniti di cavalletti, tavolozze, colori e pennelli offriranno ai visitatori la possibilità di assistere al complesso lavoro del “farsi” della pittura, in un percorso analitico di decodifica attraverso le diverse stratificazioni che compongono la pasta pittorica, restituendoci sguardo dopo sguardo parte di quel processo creativo che porta alla realizzazione di un dipinto. Alla muta scena pittorica, dove il colore gioca senza dubbio un ruolo da protagonista, si accompagneranno i gesti della pittura, il paziente e faticoso lavoro dell’artista, che, insieme alle note acri e persistenti dell’olio di lino, restituiranno al museo originarie e intense emozioni.
Il progetto, ideato e operato da Ignazio Gadaleta, artista di Molfetta,  docente di Pittura e Cromatologia presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, rappresenta l’ideale controcampo pittorico delle numerose iniziative che negli ultimi anni hanno riportato il disegno al centro dell’esperienza in Pinacoteca (kit da disegno, valigia Piera, draw bench), riscuotendo uno straordinario successo. Particolare attenzione è focalizzata sul colore che fin dalla grande Scuola Veneta del Cinquecento s’impone su ogni altra componente linguistica dell’arte italiana. Giacomo Balla nel suo Manifesto del colore (Roma 1918) lo promuoveva a «privilegio tipico del genio italiano», una sorta di ponte che attraversa la storia, nella relazione creativa fra l’antico, le origini della modernità e il presente continuo. Occorre tuttavia comprendere la distinzione tra il colore delle cose, e il colorito in quanto intelligenza del costrutto linguistico della pittura. Il “colorire” fin dalle origini della letteratura artistica indica infatti il risultato dell’azione dei pittori, in sinergia con il “disegno” e l’“invenzione” come già sostenuto da Paolo Pino nel suo Dialogo di Pittura (Venezia 1548).
Mentre il primo a operare una distinzione fra colore e colorito fu Lodovico Dolce con il Dialogo della pittura intitolato l’Aretino (Gabriel Giolito de’ Ferrari, Venezia 1557), la distinzione fra couleur e coloris è stata poi ripresa e sviluppata da Roger De Piles nel Dialogue sur le coloris (Nicolas Langlois, Paris 1673).
Brera ha già avuto la sua Scuola di Colorito, istituita nel 1794 e condotta dai pittori Martin Knoller e Giuseppe Gaudenzio Mazzola. La Scuola fu abolita nel 1834 e nel frattempo, il termine “colorito” scompare dalla consapevolezza corrente sia fra i pittori sia fra gli storici e critici d’arte. Dopo circa duecento anni, gli esempi dei grandi maestri esposti lungo il nuovo percorso emozionale della Pinacoteca hanno suggerito al pittore Gadaleta l’idea di sperimentare insieme ad alcuni allievi l’attualizzazione di una pittura di puro colore, oscillante fra radicalità pigmentarie e virtualità digitali.
Il progetto poeticamente denominato Nuova Scuola di Colorito di Brera è condiviso da James M. Bradburne, direttore della Pinacoteca, nell’ambito di una visione che intende incoraggiare il dialogo produttivo fra le istituzioni che compongono la ricca varietà culturale di Palazzo Brera, e configurare il museo come vivo laboratorio di ricerca, proseguendo nel recupero della sua migliore tradizione: «Perché Brera non è l’hortus conclusus del collezionista, il museo delle “preziosità”: Brera è una galleria nazionale di ampio tessuto storico, creata da Napoleone ad “educazione del popolo” secondo un profondo pensiero illuministico che noi, eredi, non possiamo tradire» (Fernanda Wittgens).
Winsor & Newton, rinomata casa di produzione di colori extrafini per belle arti dal 1832, ha colto l’iniziativa con grande entusiasmo offrendo il suo generoso sostegno attraverso la fornitura di materiali e colori Artists’ Oil Colour e Professional Water Colour a supporto dell’attività.
La presentazione della Nuova Scuola di Colorito di Brera si è svolta giovedì 7 novembre presso la Pinacoteca di Brera, Sala della Passione, con gli interventi di James M. Bradburne, Ignazio Gadaleta e Stephanie Nebbia (Winsor & Newton UK).

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet