Recupero Password
Dalle community alla comunità, la giornata delle comunicazioni sociali a Molfetta e la Carta di Assisi
Sparapano. Losito, Cornacchia, Parisi
03 febbraio 2019

 MOLFETTA - Dalle community alle comunità, la raccomandazione che Papa Francesco rivolge agli operatori della comunicazione, è stato il tema portante del tradizionale incontro che il vescovo della Diocesi di Molfetta, mons. Domenico Cornacchia ha voluto per il suo incontro con i giornalisti nella parrocchia Madonna della Rosa, in collaborazione con il settimanale diocesano “Lu & Vita” diretto da Luigi Sparapano.

Nel giorno della Festa di San Francesco di Sales patrono dei giornalisti, Valentino Losito consigliere nazionale dell’Ordine, ha parlato della Carta di Assisi, un decalogo al quale tutti i cittadini, non solo i giornalisti, sono chiamati a rifarsi per una corretta relazione con il prossimo. La Carta pone l’accento sulla necessità di cercare e affermare la verità e rispettare le regole.

Una Carta, come ha sottolineato lo stesso Valentino Losito è una risposta al vento dell’odio che prospera dove c’è ignoranza e che soffia sempre più insistente nella nostra società, ma è anche un richiamo alle nostre responsabilità, perché il nostro mestiere deve sapere di umano. I giornalisti hanno una responsabilità sociale, per questo devono evitare la superficialità caratteristica di questo tempo in cui il web ha realizzato il comunismo dell’informazione. Questo vocabolario virtuale ci costringe ad interrogarci sul nostro ruolo di mediazione che è anche un ruolo pedagogico: passa dalle nostre parole anche la vita delle persone. Ecco perché alla quantità si deve privilegiare la qualità.

Bando quindi ai cattivi maestri e ai seminatori di odio in questa età di analfabetismo funzionale dove è difficile decodificare una realtà più complessa dei “mi piace” dei social.

Michelangelo Parisi, vice direttore dell’ufficio diocesano per le Comunicazioni sociali, ha presentato il risultato del sondaggio fatto fra le testate locali.

Infine il vescovo Cornacchia, dopo aver espresso solidarietà ai lavoratori della Gazzetta del Mezzogiorno in difficoltà e senza stipendio, ha ringraziato i media per quanto fatto in occasione della visita di papa Francesco e li ha invitati a servire il bene e ad essere più positivi. “La gelosia è la tomba del progresso” ha concluso il vescovo e le sue parole, riferite al nostro territorio ci sembrano alquanto rappresentative della realtà esistente nel mondo dell’informazione locale.

Un approfondimento di Isabella de Pinto sulla giornata della comunicazione sui temi dell’informazione lo potrete trovare sul prossimo numero della rivista “Quindici” in edicola il 15 febbraio, con il testo dell’intervento del direttore Felice de Sanctis che in questa occasione ha ricordato la storia di “Quindici” e dei 25 anni in edicola e primo quotidiano locale e tra i primi in Italia sul web da ben 23 anni.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet