Recupero Password
Da venerdì a Molfetta il Festival ResitenzaEresistenze
24 aprile 2019

MOLFETTA - Torna a Molfetta per il sesto anno consecutivo il Festival ResistenzaEResistenza, il Festival che porta in piazza i temi d’attualità che coinvolgono la comunità e che spesso determinano nuove resistenze.
Anche quest’anno tre giornate, 26-27-28 aprile,  in cui momenti di riflessione ed informazioni si alternano momenti musicali, teatrali, cinematografici.

S’inizia il venerdì 26 aprile a Corso Umberto/Altezza Galleria Patrioti Molfettesi dove alle 18.30 insieme al giornalista e redattore della Gazzetta Del Mezzogiorno Gianluigi De Vito, al dirigente scolastico dell’ITC “Salvemini” di Molfetta Sabino Lafasciano e al professore e poeta Andrea Bitonto si analizzerà uno dei maggiori fenomeni culturali della società attuale: l’analfabetismo funzionale, con visuali di comunicazioni differenti (giornalistico ed educativo) si cercherà di spiegare cosa determina ciò e come poter fare per arginare tale fenomeno di massa attraverso delle “Parole che Resistono”. Modera l’incontro l’operatore culturale Giulio Bufo.

Si prosegue il 27 aprile, ore 18.30, quando in Villa Comunale si affronterà il tema dei migranti, partendo dal presupposto che “Siamo tutti Migranti” e che a molti tocca di attuare una “Partenza” per svariati motivi, per tale ragione accanto ad responsabili di strutture d’accoglienza per migranti (CAS e Sprar) quali Monica Dal Maso, di Arci Bari, e Marcella Chiapparino, della Comunità Oasi2, ci sarà la presidente dell’Associazione “Molfettesi nel Mondo”, Angela Amato, che spiegherà le ragioni dell’immigrazione molfettese-italiana d’ieri e d’oggi, l’incontro sarà moderato da Gabriele Vilardi.  A completare la serata ci saranno testimonianze di migranti d’ieri e d’oggi, il documentario “Pane Amaro”, documento storico delle TecheRai che racconta delle vessazioni che dovevano affrontare i migranti italiani giunti in USA, e l’esibizione teatral-musicale dal titolo “Blues per un Ulisse Qualsiasi” di Nicola Eboli.

Le tre giornate si concludono domenica 28 sempre in Villa Comunale unendosi alla Fiera Delle Autoproduzioni, iniziando la mattina alle 12 con la lettura animata di “Fulmine, cane coraggioso” a cura della Ludoscuola “BimBumBam” di Terlizzi. Alle 18.30, moderati dal dottorando in agraria Giacomo Squeo, insieme con la fitopatologa Margherita D’Amico, la docente di geografia economica Margherita Ciervo, Gino Ancona e Lucia Uni ci si occuperà di un tema che tocca sempre più le nostre campagne: la Xylella e “Gli ulivi che resistono”, le professionalità e competenze dei partecipanti saranno arricchite dalla proiezione dei video “La Macchina Del Tempo” e “expoliha 2.0” che mostrano cosa ha provocato la Xylella in Spagna determinano anche cambiamenti paesaggistici ed ambientali irrimediabili. La giornata si concluderà con il concerto del duo raprcok Tokarev.
Durante tutta la giornata non mancheranno interventi musicali da parte delle percussioni dell’Orchestra Clandestina.

ResistenzaEResistenze è un festival antifascista, anticapitalista, ambientalista che pone al centro la socializzazione tra persone e l’informazione, completamente autofinanziate e realizzato in rete tra Coll. ResistenzaEResistenze, Fiera Delle Autopruduzioni e Libreria Il Ghigno.
La sesta edizione è dedicata all’anarchico molfettese Michele “La Scopa” De Pinto, a dieci anni dalla sua morte.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet